Invasione di campo in Lecce-Carpi, finisce in carcere uno degli ultras

Un 44enne di Matino adesso deve scontare la pena, divenuta ormai definitiva dopo l'inammissibilità del ricorso in Cassazione

Una delle immagini dell'invasione di campo in Lecce-Carpi.

MATINO – Due anni e quattro mesi è la condanna complessiva. La pena residua di Antonio Carmine Angelè sarà scontata in carcere. Quarantaquattrenne di Matino, Angelè è uno dei sei ultras leccesi per i quali di recente la Cassazione ha confermato le pene comminate per gli episodi di violenza avvenuti al termine di Lecce-Carpi, gara del 16 giugno 2013.

Il fallimento nella finale dei play off costò non solo il mancato salto in serie B per i salentini, ma anche una serie di intemperanze che portarono a una dozzina di arresti, dopo serrate indagini della Digos della questura salentina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Angelè era dunque uno dei vari indagati che è arrivato fino alla Suprema corte, la quale ha però dichiarato l’inammissibilità del ricorso. Ora è partito il decreto per la carcerazione, emesso ufficio esecuzioni penali della Corte d’appello di Lecce, per danneggiamento e lancio di materiale pericoloso, scavalcamento e invasione di campo in occasione di manifestazione sportiva. Ad accompagnarlo in carcere, ieri, hanno provveduto i carabinieri della stazione di Matino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • “Vai a casa mia e sposta tutto”. Ma vedono il messaggio e trovano la droga

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Colpo in testa e via con i soldi: portiere dell’hotel aggredito per rapina

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento