menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Istigò un chierichetto a rubare le offerte? Imputata l’ex collaboratrice del parroco

Si aprirà il 23 febbraio il processo con rito abbreviato che vede sott’accusa per furto e circonvenzione di incapace una 61enne di Campi Salentina. L’episodio risale al 7 aprile di un anno fa

CAMPI SALENTINA - Si avvicinò a un giovane chierichetto, subito dopo la celebrazione della messa, e lo avrebbe convinto a impossessarsi delle offerte lasciate dai fedeli con la promessa che avrebbe ricevuto metà della somma racimolata da portare con sé in gita scolastica. Ma la scena è stata ripresa dalle telecamere nascoste in Chiesa ed è finita sotto la lente dei carabinieri che hanno così avviato le indagini sul conto della istigatrice scoprendo fosse proprio la collaboratrice del parroco.

Ora di questo episodio, avvenuto il 7 aprile di un anno fa, a Campi Salentina, la donna, una 61enne del posto, dovrà risponderne davanti al giudice Cinzia Vergine nel processo che si discuterà il 23 febbraio in abbreviato e in cui (assistita dall’avvocato Vincenzo Del Prete) dovrà respingere le accuse contestate nell'inchiesta condotta dal pubblico ministero Paola Guglielmi: furto in abitazione e circonvenzione di incapace.

In aula, ci saranno il parroco e (rappresentato dall'avvocato Luca Rizzo) i genitori del ragazzo (con l’avvocato Raffaele Benfatto) che, questa mattina, si sono costituiti parte civile durante l’udienza preliminare, in cui l’ex collaboratrice ha chiesto e ottenuto di essere giudicata col rito alternativo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento