Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Istituto Bachelet di Copertino al freddo: gli studenti disertano le lezioni

I ragazzi in classe con plaid e borse dell'acqua calda oggi non sono entrati. Il preside ha contattato Gabellone che ha assicurato un intervento rapido sulla caldaia

Gli studenti all'esterno dell'edificio

COPERTINO – Plaid, coperte e persino borse dell’acqua calda: questo è l’equipaggiamento che gli studenti dell’Istituto tecnico commerciale V. Bachelet di Copertino hanno adottato per recarsi la mattina a scuola, ora che le temperature sono drasticamente calate ma il riscaldamento nelle aule risulta spento.

Una scena già vista in altri istituti superiori della provincia di Lecce che quest’anno, come già accaduto durante lo scorso inverno, lamentano problemi, guasti, scarsa o nulla manutenzione degli impianti di riscaldamento.

Nella scuola di Copertino i ragazzi hanno tirato avanti per un po’, trovando il modo di scaldarsi come potevano, tenendo addosso piumini e sciarpe, ma oggi non ce l’hanno più fatta ed è scattata la protesta. Al suono della campanella gli studenti sono rimasti fuori dall’edificio: un vero e proprio sciopero che ha coinvolto tutte le classi per rivendicare un clima consono allo svolgimento delle attività didattiche.

Gli studenti hanno potuto contare sulla solidarietà del preside, Giuseppe Prete, si è immediatamente attivato per contattare, personalmente, il presidente della Provincia di Lecce, ente deputato alla manutenzione degli edifici scolastici.

Antonio Gabellone ha rassicurato i dirigenti scolatici che si sarebbe occupato in prima persona del problema. E nella tarda mattinata i ragazzi hanno strappato una promessa: la caldaia sarebbe stata rimessa a nuovo nel giro di poche ore.

I termosifoni potrebbero tornare a funzionare correttamente, quindi, già nel corso di questa giornata e gli studenti - molti dei quali intenzionati a proseguire nello sciopero - torneranno a fare lezione con gli animi sereni.

La manutenzione dell’impianto di riscaldamento, però, non sembra essere l’unico problema che attanaglia il Bachelet di Copertino, come spiega una studentessa, Aurora Sederino: “Dall’inizio dell’anno i termosifoni non sono mai stati accesi e questo disagio si era già presentato anche l’anno scorso. Oltre a questo, però, facciamo anche i conti con infiltrazioni di acqua nelle classi del 1° e 2° piano: non è raro che in caso di pioggia l’acqua coli dal soffitto nell'aula”.

Una scena che, per quanto preoccupante, non è nuova nel panorama degli istituti scolastici salentini. Il problema però, stando a quando riferito dalla studentessa, non sarebbe stato affrontato nel corso del colloquio telefonico con il presidente Gabellone. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istituto Bachelet di Copertino al freddo: gli studenti disertano le lezioni

LeccePrima è in caricamento