Cronaca Lequile

L'Accademia delle belle arti si allarga fino a Lequile?

L'ex Istituto Andrioli nel paese alle porte di Lecce è in piena fase di ristrutturazione e a ottobre potrebbe diventare la nuova sede dei corsi di specializzazione dell'Istituto d'istruzione artistica

L'Accademia delle belle arti di Lecce

L'Accademia delle Belle arti di Lecce si guarda intorno e cerca nei paesi dell'hinterland altre residenze dove avviare laboratori didattici e collocare nuovi uffici. Non cambia sede, quella centrale resterà sempre il palazzo storico dell'ex Convento dei Domenicani, di via Libertini, nei pressi di Porta Rudiae, ma l'intenzione da parte dell'Istituto d'istruzione artistica alle dirette dipendenze del ministero dell'Università e della Ricerca scientifica è quella di offrire ai suoi mille iscritti strutture idonee per i numerosi corsi di specializzazione. Così, tra le tante ipotesi, si fa strada la richiesta concreta che l'Accademia delle Belle arti ha rivolto al Comune di Lequile, ad una manciata di chilometri dal capoluogo salentino: utilizzare cioè l'ex Istituto Andrioli, nella piazza centrale, vicino al Palazzo municipale. Si tratta di una imponente e storica dimora che a cavallo tra l'Ottocento e il Novecento era un collegio femminile gestito dalle religiose. Nel 2003 il Ministro per i beni e le attività culturali approvò il progetto di riqualificazione dell'edificio e destinò al Comune (all'epoca era sindaco Antonio Caiaffa) la considerevole cifra di un milione e 250mila euro.

I lavori sono stati ultimamente appaltati e se tutto procederà senza intoppi l'ex Istituto Andrioli sarà pronto alla fine di ottobre. Spiega il direttore dell'Accademia delle Belle arti di Lecce Giacinto Leone: "La nostra accademia è ormai una realtà importante e sinceramente abbiamo bisogno di allargarci, di offrire ai nostri studenti laboratori per i corsi di specializzazione. Abbiamo avuto contatti non solo con il Comune di Lequile, ma anche con altri paesi alle porte di Lecce; in altre parole - aggiunge - stiamo valutando concretamente la possibilità di utilizzare edifici che possano soddisfare le nostre esigenze e l'opportunità che ci offre Lequile è alla nostra attenzione".


La conferma che l'Accademia delle belle arti possa arrivare a Lequile arriva anche dall'assessore alle Politiche culturali dell'amministrazione salentina Antonio Filograna: "Abbiamo avuto già un incontro con i dirigenti dell'Accademia - afferma - dimostrando apertamente la nostra disponibilità ad accogliere gli studenti presso l'ex Istituto Andrioli. Si tratta ora di capire quale sarà il flusso dei corsisti: sappiamo bene che per Lequile l'utilizzo frequente e numeroso da parte degli studenti avrà una importante ricaduta sulla promozione del nostro territorio, ecco perché siamo disposti a consegnare lo storico palazzo all'Accademia delle belle arti di Lecce, certi che l'ex Istituto Andrioli sarà poi utilizzato a pieno regime".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Accademia delle belle arti si allarga fino a Lequile?

LeccePrima è in caricamento