Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

"L'estate è finita, non abbandoniamo la Baia Verde"

L'associazione dei residenti guidata da Giuseppe Magaraggia sollecita interventi per la marina. Già operativa la collaborazione con la Seta per risolvere il nodo pulizia e rifiuti. Urge pulizia canale

baiaverde

GALLIPOLI - Un'altra stagione al crepuscolo per la marina della Baia Verde. Con i soliti problemi sul groppone. E solo in parte attenuati dalla caparbietà e intraprendenza dei soci dell'omonima associazione "Pro Baia Verde". Che ora rilanciano. E invitano le istituzioni territoriali, ma al contempo gli stessi residenti e villeggianti della marina gallipolina, a non abbassare la guardia. Da qui alla prossima stagione balneare bisogna continuare a lavorare. Per innalzare gli standard qualitativi della zona. E per arginare criticità e problematiche ormai rituali e alquanto note. Il messaggio e chiaro e lapalissiano: "Non abbandoniamo la Baia Verde". Continuando nel lavoro e nella sinergia intrapresa nei mesi scorsi.

La crisi politica che ha interessato il Comune, ha infatti consentito di ottenere solo alcuni degli interventi urgenti richiesti dall'associazione (presieduta da Giuseppe Magaraggia) in sede di confronto con l'amministrazione pubblica. "Grazie alle buone pratiche dei componenti dell'associazione Pro Baia Verde" spiega il consigliere del sodalizio civico Stefano De Vittorio, "con sacrificio quotidiano di alcune ore del nostro tempo libero, con continuità, presenza e sorveglianza, siamo riusciti ad ottenere quello che da molti anni nella Baia Verde non accadeva. Cioè a migliorare il grado di vivibilità e di decoro, sensibilizzando e coinvolgendo altri villeggianti e residenti, soprattutto sulla questione della pulizia e dei rifiuti, grazie anche alla fattiva collaborazione di alcuni rappresentanti della ditta Seta Eu che gestisce il servizio di igiene urbana".

Certo molto c'è ancora da fare e in previsione futura. Dal problema atavico e invernale degli allagamenti delle strade, a quello ancora irrisolto dell'inquinamento acustico estivo per il quale il commissario prefettizio Biagio De Girolamo sembra aver già messo mano alla nuova ordinanza inerente orari e rispetto delle emissioni sonore di stabilimenti e locali. Non solo, dall'associazione "Pro Baia Verde" giungono anche altri suggerimenti o richieste esplicite atte a migliorare ulteriormente servizi e vivibilità della marina.

Partendo dalla presenza di un vigile urbano di quartiere, così come la presenza di un secondo operatore ecologico dotato di idonea attrezzatura per la pulizia delle strade. E ancora interventi per migliorare la visibilità della segnaletica di indicazione e stradale, la rimozione del cartellone ex piantina vicino alla cabina Enel, e soprattutto la bonifica del canale di diramazione dei Samari da parte del Consorzio di bonifica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"L'estate è finita, non abbandoniamo la Baia Verde"

LeccePrima è in caricamento