Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

L'eurodenuncia viaggia sui binari. Al danno, la beffa?

I passeggeri dell'Eurostar Lecce-Milano dopo aver inscenato una protesta nei pressi di Termoli ora rischiano la beffa: una denuncia per interruzione di pubblico servizio e deferimento verso ignoti

Dall' "Euroforno" all' "Eurodenuncia". L'a carriera in discesa dell'Eurostar che corre sui binari Lecce-Milano incomincia a viaggiare sui binari del grottesco. Essere protagonisti involontari dell'odissea vissuta a bordo di un treno e, invece di venire risarciti, esser pronti al giudizio di un tribunale penale. Sarà questa la sorte per alcuni passeggeri (davvero improbabile tutti) dei 650 viaggiatori in balìa dei guasti e dei disagi del convoglio Eurostar 9418 che da Lecce mosse sulla dorsale ferroviaria adriatica, domenica scorsa, per raggiungere Milano?

Quel che è certo è che a breve l'informativa della polizia ferroviaria giungerà negli uffici della Procura della Repubblica di Larino, con all'interno elementi utili a far scattare l'inchiesta per interruzione di pubblico servizio e deferimento verso ignoti. Un'ipotesi di reato suffragata dall'occupazione dei binari avvenuta intorno alle 21 di domenica scorsa. L'ultima corsa dell'Eurostar 9418 Lecce-Milano si concluse con un ritardo abissale per problemi al locomotore. Sarebbero dovuti arrivare nella stazione centrale della città meneghina alle 23 e invece le centinaia di passeggeri che erano sul convoglio avevano accumulato quattro ore e mezzo di ritardo dopo lunghe soste a Foggia e Termoli per problemi tecnici.


Nella stazione di Pescara i viaggiatori erano stati rifocillati con 600 kit salvavita preparati dall'assistenza di Trenitalia. Il convoglio, a Bari, aveva accumulato già 99 minuti di ritardo per problemi tecnici. L'avaria di domenica, sul Lecce-Milano, che ha fatto infuriare i mille passeggeri a bordo e che ora rischiano una denuncia, si è verificata alla vigilia di un'altra decisione di Trenitalia: la cancellazione dei pendolini da Taranto e da Lecce e la sostituzione con i vecchi Intercity, restaurati ma meno confortevoli. Ora oltre il danno, all'orizzonte anche la beffa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'eurodenuncia viaggia sui binari. Al danno, la beffa?

LeccePrima è in caricamento