L'indomabile pusher della Baia Verde: fermato due volte in poche settimane

Un senegalese è stato riconosciuto dai poliziotti di Gallipoli. Aveva soldi e marijuana. A fine giugno era già stato fermato

GALLIPOLI – E’ stato arrestato due volte nel giro di poche settimane. Alex Diame, 24enne senegalese, era da poco uscito, ma su di lui pendeva un’altra ordinanza. E ieri sera i poliziotti delle volanti di Gallipoli, mentre stavano perlustrando la Baia Verde, l’hanno riconosciuto. La sua presenza in un luogo di ritrovo giovanile è apparsa subito sospetta, indice del fatto che potesse avere con sé stupefacenti. Così, l’hanno perquisito trovandogli negli slip  circa 5 grammi di marijuana e 50 euro.

Nel periodo fra il primo fermo e quello di ieri era stato sottoposto agli arresti domiciliari in provincia di Benevento. Ma si era reso irreperibile, ed era quindi scattata un’ordinanza di sostituzione della misura dei domiciliari con quella del carcere. Arrestato per questo motivo, è indagato anche per detenzione illecita di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Il prologo della vicenda è da ricercarsi alla fine di giugno, quando Diame era stato fermato sempre dai poliziotti di Gallipoli, e sempre presso la Baia Verde. Fermo sul ciglio della strada, in quell’0ccasione aveva cercato di disfarsi di alcuni piccoli involucri, gettandoli per terra. Il gesto non era passato inosservato agli agenti che, scesi dall’auto, erano stati aggrediti con violenza dal giovane, riuscito in un primo momento a scappare, dopo la colluttazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ricercato ininterrottamente, il pomeriggio successivo era stato rintracciato, nuovamente nella Baia Verde, in compagnia di altri connazionali. E stava ancora una volta spacciando droga ad alcuni giovani in cambio di denaro. Fermato e perquisito, addosso erano stati trovati 120 euro, soldi sequestrati perché molto probabilmente provento dell’attività illecita. Arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, detenzione illecita di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, false generalità fornite a pubblico ufficiale e condotto nella casa circondariale di Borgo San Nicola di Lecce, una volta destinato ai domiciliari nella città da cui proviene, Benevento, ha pensato bene di restare nel Salento. E di ritornare alla Baia Verde.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: otto anni al padre e allo zio

  • Dpcm, la protesta nasce pacifica in centro. Ma poi partono gli scontri

  • Il tir si ribalta col carico di frutta: ferito conducente, positivo all’alcol test

  • Muro abbattuto da braccio della betoniera, investiti studenti: muore in ospedale 22enne

  • Virus, stabile l’andamento del contagio. Picco di 43 casi nel Salento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento