L'Isufi con un polo di formazione a Tunisi

Siglato oggi l'accordo tra l'Ateneo salentino e il "Pôle Elgazala des Technologies de la Communication". L'iniziativa consolida la rete di collaborazione per la ricerca nel Mediterraneo

ecoteckne-lecce
La Scuola Superiore Isufi dell'Università del Salento sbarca a Tunisi e insedia un proprio polo per la ricerca presso Technopôle Elgazala Oggi la firma dell'accordo, presso il ministero delle Tecnologie della comunicazione Tunisino, tra l'Ateneo salentino e il "Pôle Elgazala des Technologies de la Communication".

"Con questa iniziativa consolidiamo la rete dei poli di alta formazione, ricerca e innovazione caratterizzante la Scuola Mediterranea dell'ingegneria dell'innovazione digitale ed organizzativa - dichiara Aldo Romano, delegato dal rettore Oronzo Limone alla firma del protocollo - lanciata nel 2004 con un accordo intergovernativo Italia-Marocco".

L'accordo prevede la realizzazione di un polo di alta formazione, ricerca e innovazione finalizzato a sviluppare competenze e capacità per sostenere le Pmi tunisine nei processi di innovazione digitale ed organizzativa; stimolare la crescita di capitale tecnologico ed umano nelle imprese e nelle filiere strategiche dell'economia tunisina; organizzare, sostenere e consolidare lo sviluppo di reti di cooperazione tra imprese italiane e tunisine; sostenere la convergenza della Tunisia sugli scenari dell'economia digitale e della società della conoscenza.

Il polo che la Scuola superiore Isufi insedia presso il Technopôle Elgazala trarrà benefici dalla presenza in loco di 52 imprese nazionali e multinazionali operanti nei settori dell'informatica, delle telecomunicazioni e dei servizi avanzati alle imprese, oltre a centri di ricerca e Università. All'interno del Technopôle operano più di 3500 persone.

L'avviamento della rete della Scuola Mediterranea sarà assicurata dai partner accademici e industriali coinvolti e si avvarrà dell'impegno di circa 50 giovani provenienti da Tunisia, Marocco e Giordania formati o in corso di formazione nei programmi della Scuola Superiore ISUFI.

Questo accordo, come dichiarato dal ministro delle Tecnologie della Comunicazione, Montassar Ouaili, si inquadra nell'ambito delle iniziative di partenariato pubblico-privato che la recente legge del governo tunisino intende sostenere per accelerare la convergenza della Tunisia verso l'economia digitale e la società della conoscenza.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento