Cronaca

La Cassazione annulla la sospensione di un mese per il dottor Minelli

Il provvedimento era stato adottato dall'Ordine dei medici di Lecce nel maggio del 2014, accolto il ricorso

LECCE - La Corte di Cassazione ha annullato il provvedimento con il quale, nel maggio 2014, era stata confermata la sospensione dall’esercizio dell’attività professionale per la durata di un mese, adottata dall’Ordine dei medici di Lecce nei confronti di Mauro Minelli.
Rigettando le eccezioni di inammissibilità avanzate dall’Ordine di Lecce, la Suprema Corte ha disposto l’annullamento della decisione sulla basedi una sentenza della Corte Costituzionale (la 215 del 2016) che ha riconosciuto illegittima la composizione della Commissione d’appello poichè costituita anche con membri nominati dal Ministero della Salute che è parte in causa nel procedimento.
In particolare la Corte ha affermato che “l’assenza di indipendenza e imparzialità, anche se riferibile solo ad alcuni dei componenti della Commissione, si trasferisce in termini osmotici dai partecipi all’organo, non potendosi consentire che lo stesso eserciti la funzione giurisdizionale attraverso dinamiche radicalmente viziate dalla interlocuzione, nel percorso che porta alla decisione, di soggetti privi delle citate caratteristiche”.

Il dottor Minelli, per decisione assunta dall’Ordine dei Medici di Lecce, fu inibito dall’attività medica dal 15 giugno al 16 luglio 2014.
E' fissata al prossimo 7 luglio, presso il Tribunale di Lecce, la prima udienza del processo penale che vede imputato il presidente dell'Ordine dei medici, Luigi Pepe, per abuso d’ufficio, diffamazione, atti persecutori e stalking, concussione, induzione a commettere reato (reato, quest’ultimo, esercitato a danno di una paziente).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Cassazione annulla la sospensione di un mese per il dottor Minelli

LeccePrima è in caricamento