Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

La differenziata accelera. In piazza e in parrocchia

Parte la nuova campagna di sensibilizzazione itinerante messa a punto dagli assessorati all'Ambiente e al Marketing territoriale. Un mese di incontri e istruzioni per l'uso del servizio porta a porta

70x100_differenziata_gallipoli

GALLIPOLI - Nuova accelerata per la raccolta differenziata in città. E quella che cerca di imprimere il Comune di Gallipoli che ha avviato da ieri la nuova campagna di sensibilizzazione. Scandendo il motto "Pensa ecologico, vivi differente", ora le buone norme per un corretto conferimento e per il rispetto del servizio porta a porta s'imparano per strada e anche in parrocchia. Nel tardo pomeriggio di oggi infatti è partita, con la sua prima tappa presso la parrocchia di Sant'Antonio, l'iniziativa itinerante promossa dagli assessorati all'Ambiente e alla Comunicazione istituzionale e dalla Seta Eu-Cogei. Una campagna a tamburo battente avviata per sensibilizzare i cittadini sul tema della raccolta differenziata e per fornire utili suggerimenti sul corretto conferimento dei rifiuti. L'iniziativa, che interesserà la città per quasi un mese, accompagna l'imminente attivazione del servizio "porta a porta" in una nuova zona della città compresa sul versante di via Lecce, Trento e via Firenze, e conta sulla presenza di punti informativi dislocati (secondo un calendario già programmato) in alcune aree del centro cittadino.

Alcuni operatori competenti saranno a disposizione dei cittadini e dei turisti per fornire utili consigli per un comportamento ecosostenibile e consegneranno il materiale informativo che contiene pratiche indicazioni sulla tipologia dei rifiuti e suggerimenti per un corretto conferimento degli stessi. Per l'occasione, sono state coinvolte, per l'appunto, anche le parrocchie della città che daranno un supporto dal punto di vista dell'organizzazione e della diffusione delle informazioni. L'assessore all'Ambiente Cosimo Alemanno si dice molto soddisfatto del lavoro sinergico tra l'amministrazione e l'azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti in città (anche se rimane sempre in auge il nodo del nuovo appalto per ora congelato), ma anche della partecipazione attiva di associazioni e parrocchie.

"Il concetto di raccolta differenziata" dice Alemanno, "appartiene al senso civico di ognuno di noi, pertanto l'intenzione di questo progetto, che muove anche da una ricerca svolta in collaborazione con il dipartimento di economia dell'Università del Salento, è quella di stimolare una piccola rivoluzione nelle abitudini quotidiane al fine di garantire il bene della città, il rispetto per l'ambiente e un futuro pulito ai nostri figli. Da parte nostra, invece, continuerà una decisa azione affinché si possa svolgere, in maniera efficiente, tutto il processo di raccolta e smaltimento dei rifiuti a Gallipoli".

Infatti, a partire dal 15 giugno e sino al 15 settembre, il servizio di nettezza urbana sarà potenziato nei mezzi impiegati e nel numero di addetti. L'assessore Alessandra Bray, che ha curato l'organizzazione della campagna di comunicazione, auspicando un'ampia partecipazione dei concittadini, ha ringraziato invece la Protezione Civile, le Associazioni (Pro loco, Legambiente, Emys, Conca d'Oro 2008, Baia Verde, ProRivabella e Città Nuova) e le parrocchie che immediatamente hanno dimostrato entusiasmo per l'iniziativa.


Questi gli altri appuntamenti della campagna informativa: il 12 giugno alle 11 presso la parrocchia San Lazzaro e alle 19,30 presso la parrocchia di San Gerardo; il 19 giugno alle 10,30 nei pressi della Parrocchia di Sant'Agata, alle 11 presso la parrocchia di San Gabriele e alle 19,30 sul Lungomare Galilei, nell'area antistante la Piazza Falcone e Borsellino. Il 25 giugno doppio appuntamento in Piazza Tellini (ore 12 e ore 19) e il 26 giugno in via della Fenice a Rivabella (ore 11 e ore 19). L'iniziativa si concluderà con la tappa della Baia Verde il 3 luglio alle 19,30, presso la Chiesa Beata Vergine Maria Regina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La differenziata accelera. In piazza e in parrocchia

LeccePrima è in caricamento