menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La fidanzata non gli dà le chiavi di casa, lui la riduce in fin di vita a calci e pugni

Vittima è una donna africana residente a Lecce. L'uomo, un nigeriano di 31 anni che abita a Napoli e che viene a Lecce saltuariamente, le ha spappolato milza, fegato e surrene. La vittima ora è ricoverata in prognosi riservata al "Vito Fazzi". Lui in arresto: rintraciato al pronto soccorso

LECCE – Calci e pugni. Fino a spappolarle la milza, il fegato e il surrene. Una ferocia inaudita di fronte al diniego di lasciargli le chiavi di casa. James Eboige, nigeriano di 31 anni, è stato arrestato nella tarda serata di ieri dagli agenti delle volanti di polizia, intervenuti proprio su richiesta della giovane donna, una 32enne originaria della stessa nazione africana, prima che perdesse completamente i sensi. Ora è ricoverata in ospedale, in condizioni critiche.   

La donna intrattiene da qualche tempo una relazione sentimentale con Eboige, che però abita a Napoli e a Lecce viene saltuariamente. Ieri, dunque, si era presentato nuovamente nell’abitazione alla periferia del capoluogo salentino, in via De Giorgi, dopo la cinta di viale Grassi. Ma qualcosa è andato storto e la lite s’è trasformata in dramma. La vittima ha fatto a tempo a comporre il 113 e a richiedere l’intervento della volante. E quando i poliziotti sono arrivati sul posto, l’hanno trovata sul pavimento, dolorante, tanto da richiedere con urgenza un’ambulanza.

Al pronto soccorso la vittima, che è in Italia con regolare permesso di soggiorno, con un filo di voce è riuscita a raccontare a grandi linee la vicenda, spiegando anche il movente dell’aggressione: Eboige avrebbe preteso le chiavi del suo appartamento. E al suo rifiuto, avrebbe risposto con il brutale pestaggio.

EBOIGBE JAMES-2I poliziotti hanno fatto giusto in tempo ad acquisire la denuncia e a farsi dare le generalità dell’uomo da, e mentre i poliziotti si accingevano ad allontanarsi dal pronto soccorso per andare alla ricerca del ragazzo, hanno notato proprio in prossimità dell’ospedale un uomo di colore che si stava avviando verso pronto soccorso. Hanno sospettato che potesse trattarsi proprio del 31enne, il quale intendeva probabilmente sincerarsi delle condizioni di salute della donna.

Fermato e perquisito, all’interno di una tasca aveva ancora le chiavi dell’appartamento. Anche alcuni vicini che poco prima avevano udito le urla della ragazza, hanno confermato la circostanza di aver visto allontanarsi un ragazzo di colore dalla casa della vittima. Il nigeriano è stato arrestato e condotto in carcere. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento