Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

La giustizia presenta il conto: per due si aprono le porte del carcere

Due gli ordini di carcerazione eseguiti dai carabinieri di Matino nei confronti di due soggetti accusati di ricettazione e spaccio

LECCE – La giustizia, lenta ma inesorabile, ha presentato il proprio conto quando ieri, in due distinte operazioni, i carabinieri della stazione di Matino, hanno eseguito altrettanti ordini di carcerazione emessi dalla Procura della Repubblica di Lecce.

CRUSAFIO DONATELLO COSIMO-2Le porte del carcere si sono aperte per Donatello Crusafio, 39enne accusato del furto di masserizie dal garage di un 30enne di Matino, avvenuto nel marzo del 2012. I militari, dopo diversi accertamenti e ricerche, hanno trovato la refurtiva all’interno di un mercatino dell’usato. Dopo l’analisi della documentazione contabile, hanno identificato Crusafio che dopo quattro anni, eseguite le operazioni di rito, è stato accompagnato presso la casa circondariale di Lecce, dove dovrà scontare la pena di sedici mesi per ricettazione.

In carcere è finito anche William Scarlino, 33enne, che risponde di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I fatti contestati fanno riferimento all’anno 2010 sempre a Matino. Nell’occasione i militari sequestrarono circa 400 grammi di marijuana e denunciarono a piede libero il 33enne. Per quell’episodio è stato SCARLINO WILLIAM DONATO-2emesso dell’ufficio esecuzioni penali della Procura di Lecce un ordine di carcerazione. Scarlino dovrà scontare una pena residua di due anni e 9 mesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La giustizia presenta il conto: per due si aprono le porte del carcere

LeccePrima è in caricamento