Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

La merce spariva dal supermercato, arriva la condanna per l'ex gestore

Un anno è la pena inflitta in primo grado a Nicola Durante, 33 anni, residente a Lecce, accusato di appropriazione indebita aggravata

LECCE - E' stato condannato a un anno di reclusione, a fronte della richiesta di quattro mesi invocata dalla pubblica accusa, Margiotta Nicola Durante, 33 anni, originario di Campi Salentina ma residente a Lecce, accusato di essersi appropriato di merce dal valore complessivo per quasi 38mila euro dal supermercato “Di Meglio”, a Giorgilorio (frazione di Surbo), al tempo in cui ne era il gestore.

I fatti risalgono a sei anni fa. Secondo l'inchiesta, coordinata dal pubblico ministero Stefania Mininni, l'imputato non avrebbe adempiuto agli obblighi contrattuali con il “Gruppo Enzo Ferì srl”, la concessionaria da cui aveva ottenuto in conto vendita i prodotti alimentari. In particolare, non avrebbe versato le somme incassate dalle vendite e si sarebbe appropriato della merce ricevuta dal “Gruppo” che, a seguito della risoluzione del contratto, ne aveva preteso la restituzione.

A dare il via alle indagini fu proprio la querela sporta dalla concessionaria che, parte civile al processo con l'avvocato Silvio Verri, sarà risarcita in separata sede. Dice anche questo la sentenza emessa questa mattina dal giudice della prima sezione penale del tribunale di Lecce che ha riconosciuto il 33enne responsabile del reato di appropriazione indebita aggravata. Era difeso dall'avvocato Angelo Benedetto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La merce spariva dal supermercato, arriva la condanna per l'ex gestore

LeccePrima è in caricamento