Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Via Brindisi

La notte dei furti falliti: nel mirino c'erano una banca e trattori

I vigilanti hanno sventato i colpi a Squinzano, con l'acetilene, e Pisignano. Sul posto per le indagini, i carabinieri. E' caccia a due bande che si aggirano in provincia usando auto modello Alfa

Nella foto: il bancomat preso di mira a Squinzano.

SQUINZANO – In principio fu la pala meccanica, ora ci hanno riprovato con il gas. Ma questa volta il furto è fallito. Se nel novembre del 2015 una banda riuscì a sradicare e portare via lo sportello automatico della filiale della Monte dei Paschi di Siena di Squinzano, in via Brindisi, provocando pure danni al balcone sovrastante nel loro incedere elefantiaco (ma efficace), questa volta è sfumato il furto con un sistema altrettanto invasivo e pericoloso, sebbene più “elegante” nella tecnica: l’acetilene. Un sistema già collaudato con successo in altre città italiane.

Erano in tre e sono arrivati davanti all’obiettivo verso le 2,30 di notte. Hanno iniziato a darsi da fare nella speranza di non essere visti, forzando lo sportello con un cacciavite o qualche altro oggetto contundente, in modo da infilare la cannula della bombola. Proprio sul più bello, però, quando erano ormai pronti a far saltare tutto in aria, dopo essersi collocati a debita distanza per evitare di essere investiti a loro volta dall’esplosione, è arrivata una guardia giurata. E’ bastato il passaggio della pattuglia della Cosmopol per far desistere i tre dall’operazione. Si sono infilati in auto e sono subito fuggiti.

Sul posto sono poi intervenuti i carabinieri dipendenti dalla compagnia di Campi Salentina per le indagini e per acquisire i filmati di videosorveglianza. I malviventi, stando a quanto rilevato, sono fuggiti a bordo di un’Alfa, forse una Mito o una Giulietta (simili nella struttura, un po’ meno nelle dimensioni). In via Brindisi, per un sopralluogo, si sono recati anche i vigili del fuoco. 

E che sarebbe stata una notte movimentata, si era già capito qualche ora prima, quando, intorno alle 22,50, è scattato l'allarme proveniente da un garage, nella zona di Pisignano, frazione di Vernole, in cui sono custoditi mezzi agricoli. Si tratta di trattori, per un valore commerciale notevole. L’allarme era collegato all’istituto di vigilanza Alma Roma.

La centrale operativa ha inviato sul posto due pattuglie per una verifica, arrivando in una manciata di minuti. I vigilanti si sono così ritrovati a faccia a faccia con gli occupanti di un’Alfa 147, che sono riusciti a dileguarsi. Il furto, di fatto, è stato sventato per una questione di istanti, perché uno dei trattori era già stato messo in moto. Sul posto sono poi intervenuti i carabinieri per le indagini.

C’è da dire che di recente non è il primo furto pianificato ad aziende che possiedono mezzi agricoli. Nei giorni scorsi, un caso s’è registrato verso Trepuzzi. Probabilmente si tratta della stessa banda, che agisce su commissione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La notte dei furti falliti: nel mirino c'erano una banca e trattori

LeccePrima è in caricamento