Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

La Poli: "Iacp da censura". Frecciate anche a Rotundo

Il sindaco di Lecce, come già fatto da Perrone, attacca l'Istituto autonomo case popolari sullo sfratto degli inquilini ed il candidato sindaco del centrosinistra. "Che stia speculando?"

"Il comportamento dello Iacp nei riguardi degli inquilini morosi non può che essere censurato, senza mezzi termini". Così il coordinatore di Alleanza nazionale in Puglia e sindaco di Lecce Adriana Poli Bortone in merito alla improvvisa decisione di sfrattare per morosità gli inquilini degli alloggi popolari.

"A parte le palesi inadempienze della Regione Puglia - sottolinea Adriana Poli Bortone - che non ha ancora dato applicazione alla legge Regionale numero 1/2005, che prevede che il rapporto locativo sia regolarizzato mediante il pagamento del 30 per cento della morosità complessiva gravante sull'alloggio, rateizzato, ma c'è, in sede locale, un comportamento assolutamente non corretto da parte del candidato sindaco di centrosinistra che, a quanto pare, provvederebbe a "rassicurare" i destinatari degli avvisi con promesse di intervento presso la Regione".


"Se così fosse dovremmo registrare una sorta di speculazione sul bisogno della povera gente. Ma ci piace pensare - conclude - che non sia così, almeno per il futuro prossimo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Poli: "Iacp da censura". Frecciate anche a Rotundo

LeccePrima è in caricamento