Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

La polizia, una presenza amica. Centocinquanta ragazzi "invadono" il commissariato

Visite guidate per gli studenti nell'ambito del progetto "Cittadino io - Educazione alla legalità, alla convivenza civile ed alla sicurezza". Alla scoperta dei mezzi e degli uomini che operano sul campo per la sicurezza di tutti

 

TAURISANO – La polizia, una presenza amica e non solo un importante avamposto contro la malavita, ma anche un vero e proprio punto di riferimento per qualsiasi esigenza.

E’ stato questo il messaggio lanciato nel corso del progetto “Cittadino io – Educazione alla legalità, alla convivenza civile ed alla sicurezza”, che ha visto le scolaresche delle classi quinte della scuola primaria e delle classi seconde della scuola secondaria di primo grado dell'istituto comprensivo 1° polo “Giulio Cesare Vanini” di Taurisano, partecipare ad alcune visite, secondo un calendario convenuto, presso il commissariato di Taurisano, in via Eroi d’Italia. Gli austeri uffici  di polizia sono così stati letteralmente invasi dalla gioiosa presenza di centocinquanta fra ragazze e ragazzi, che hanno potuto scoprire da vicini i segreti delle forze dell’ordine.

Accolti dal dirigente, il vicequestore aggiunto Salvatore Federico, e da agenti in servizio, i ragazzi hanno visitato l'intera struttura e preso visione dei servizi, delle attrezzature e delle auto in dotazione.

Le loro curiosità sono state soddisfatte dal dirigente e dagli agenti che occupavano le postazioni dei servizi visitati: l'ufficio passaporti, l’ufficio denunce, il posto di fotosegnalamento e documentazione, la squadra di polizia giudiziaria e l’ufficio volanti. Inutile dire che l’attrazione principale è stato il parco auto, e che gli occhi si sono posati soprattutto sulla “pantera” utilizzata per il controllo del territorio. Nel corso della visita nella sala operativa, vero cuore pulsante del commissariato, è stato anche simulato un intervento della pattuglia operante sul territorio, con ascolto delle comunicazioni radio.

L'occasione di queste visite è servita soprattutto per far comprendere ai più giovani l'importanza del commissariato di Taurisano, sia per la comunità locale, sia per l'intera area del basso Salento. Dopo aver ricordato ai ragazzi l’importanza del rispetto delle regole e della legalità, non si è persa l’occasione per ribadire che la visita delle scolaresche è utile per conoscere ed apprezzare le istituzioni predisposte alla salvaguardia dei diritti di tutti e per far capire ai ragazzi che varcare la soglia di un commissariato significa superare un tabù e predisporsi alla collaborazione con le istituzioni per il bene della collettività. 

Il gradimento dell’iniziativa ha convinto l’istituzione scolastica e la polizia di Stato a ripeterle anche nel nuovo anno scolastico, nella convinzione che possa contribuire a creare una comunità migliore per tutti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La polizia, una presenza amica. Centocinquanta ragazzi "invadono" il commissariato

LeccePrima è in caricamento