rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Cronaca Porto Cesareo

La scala "spalmata" sulle dune. In un colpo solo, filotto di trasgressioni

Il proprietario di un appezzamento a Punta Prosciutto ha violato tutte le norme e i regolamenti possibili, creando palizzata e scala in muratura in zona protetta da svariati vincoli. I sigilli scattati per abusivismo edilizio e danneggiamento di bene naturale

PORTO CESAREO – All’improvviso, la scala. Pietre squadrate che spuntano da vegetazione e dune e digradano fino a creare un accesso diretto alla spiaggia. Se non son cose disegnate dal Padreterno, saranno opere di chi si sente Padreterno, avrà pensato grattandosi perplesso la testa la chi ha apposto i sigilli. E si tratta di militari dell'ufficio locale marittimo di Torre Cesarea, di carabinieri e di polizia locale di Porto Cesareo. Sono loro ad aver eseguito il sequestro (evidente l’abusivismo edilizio…) in località Punta Prosciutto.

E dunque, il proprietario di un immobile ha realizzato una scala in muratura di circa 9 metri spalmandola interamente sul cordone dunale. E in parte ricade anche sul demanio marittimo. Non solo. Sempre senza autorizzazioni, la stessa persona ha creato anche una recinzione che avvolge un appezzamento di terreno, usando paletti di legno interrati nella sabbia e cavo metallico. Oltre alla denuncia per abusivismo, nei suoi confronti è scattata anche quella per danneggiamento di bene naturale.

IMG_1389-2L'intera area, infatti, è definita a elevato valore ambientale per la presenza di una duna a ginepro, habitat tutelato da diverse leggi comunitarie, nazionali e regionali. Vi sono inoltre svariati vincoli, tra i quali la presenza del Sic (Sito d’interesse comunitario), della Riserva naturale regionale Palude del Conte e Duna Costiera e dell'Area marina protetta di Porto Cesareo. Insomma, in un colpo solo ha inanellato un filotto di trasgressioni da record.

E pensare che proprio nei giorni scorsi la spiaggia di Punta Prosciutto, a Nord di Porto Cesareo, insieme con altri arenili di Torre Lapillo, sono state definite dagli addetti del settore turistico, tra le più belle della penisola italiana, ricordano gli operatori dell’Amp. Ecco, ci mancava giusto una scala.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La scala "spalmata" sulle dune. In un colpo solo, filotto di trasgressioni

LeccePrima è in caricamento