Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

LA SCUOLA DI CORIGLIANO A CONFRONTO CON LA COSTITUZIONE

Un altro appuntamento nell'Istituto "Bianco" di Corigliano per approfondire la Carta costituzionale: ospite d'onore della serata, l'ex senatore, Giuseppe De Giorgio, magliese e amico di Aldo Moro

Un momento del discorso di De Giuseppe.

Comprensivo "Ettore Bianco" di Corigliano d'Otranto. Il secondo appuntamento, intitolato "Costituzione? 60 anni e non li dimostra" ha visto la partecipazione dell'ex senatore magliese, Giorgio De Giuseppe, illustre personaggio locale della cosiddetta prima Repubblica e grande amico del compianto Aldo Moro. Per ben 22 anni, nelle fila della Dc, De Giuseppe è stato vicepresidente del Senato e Sottosegretario alla Difesa; nel 1992, nel primo scrutinio per l'elezione del Presidente della Repubblica, ottenne 296 voti, che, però, non furono sufficienti alla nomina, che successivamente andò ad Oscar Luigi Scalfaro.

Nel corso della serata, ha dapprima preso la parola il dirigente scolastico, Luigi Martano, che ha sottolineato l'importanza di lavorare affinché le giovani generazioni possano conoscere ed assimilare i valori della Costituzione e che ha ricordato l'impegno particolare della scuola di Corigliano contro il bullismo tra i ragazzi: la scuola ha realizzato l'anno scorso, tra l'altro, un cortometraggio sul bullismo, dal titolo "Palloni gonfiati", scelto dal ministro dell'Istruzione Fioroni per l'omonima campagna contro questo fenomeno spesso presente nelle cronache. Subito dopo il suo intervento, ha preso il via una riunione straordinaria del Consiglio dei ragazzi, che ha eletto all'unanimità la giovane Sofia Mangia come difensore civico della scuola. Il professor Virgilio Baldassare ha poi voluto ribadire come lo stile "costituzionale" del rispetto sia divenuto a tutti gli effetti un "modus vivendi" di tutti gli alunni. Spazio, quindi, alla presentazione di un breve estratto di un cortometraggio sulla Costituzione di prossima realizzazione.

Il sindaco di Corigliano, Ada Fiore ha manifestato la propria soddisfazione nel riconoscere nei giovani coriglianesi delle risorse rilevanti per la crescita del tessuto sociale della città e ha evidenziato il valore di una cittadinanza, giusto connubio di "diritti e doveri". Nel suo intervento, il senatore De Giuseppe si è soffermato a riflettere sul termine "riconosce" che ritorna ben 14 volte nella Costituzione italiana, spiegando le ragioni di quella scelta e raccontando l'importanza e l'influenza del giovane Aldo Moro in quella felice intuizione. Il dirigente ha concluso l'incontro, ribadendo che la scuola si prefissa ulteriori momenti di approfondimento sulla Carta costituzionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LA SCUOLA DI CORIGLIANO A CONFRONTO CON LA COSTITUZIONE

LeccePrima è in caricamento