menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La sospensione del pubblico ministero Arnesano al vaglio del Csm

La commissione deciderà nei prossimi giorni sul caso del magistrato salentino arrestato per corruzione in atti giudiziari

LECCE - Occorreranno dei giorni per sapere se  il pubblico ministero Emilio Arnesano sarà sospeso da funzione e stipendio. Si è riunita in mattinata la commissione del Csm (Consiglio superiore della magistratura) incaricata di decidere sui procedimenti disciplinari che riguardano i magistrati e, dopo aver ascoltato le parti, si è riservata.

A chiedere la sospensione, è stata la Procura Generale presso la Corte di Cassazione, mentre in questa sede a difendere Arnesano, come previsto dalla legge, ci ha pensato un magistrato  e non i suoi avvocati (Luigi Covella e Luigi Corvaglia).

Intanto, è attesa per il 27 dicembre,  la discussione presso il Tribunale del Riesame sulla istanza di revoca del carcere, misura alla quale il pm è sottoposto da 15 giorni. E’ accusato di corruzione in atti giudiziari, falso ideologico e abuso d’ufficio. Stando alle indagini, condotte dalla Procura di Potenza (città dove Arnesano è detenuto), il pm salentino avrebbe prestato e svilito la propria funzione in cambio di favori sessuali e di altre utilità come visite mediche e battute di caccia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento