Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

La struttura? Più grande del previsto. E scattano i sigilli del Noe

Il sequestro in località "Toffo", nei pressi di Galatone. Denunciata la società proprietaria del terreno per abusivismo edilizio. Trovate difformità evidenti rispetto alle autorizzazioni rilasciate

LECCE – La struttura stava crescendo in totale difformità rispetto al titolo edilizio. E sono scattati i sigilli a un manufatto. Ad apporli, i carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Lecce insieme ai militari della stazione di Galatone.

Il controllo s’è svolto in località “Toffo”. Qui, i militari del Noe e della stazione galatonese hanno sottoposto a sequestro preventivo d’urgenza un manufatto in cemento armato, costituito da travi di fondazione e pilastri, esteso su di un’area di 200 metri quadrati.

Le difformità rispetto al titolo edilizio rilasciato, riguardano il posizionamento, su un’area di sedime differente, con dimensioni di sagoma maggiori e all’interno di una particella catastale inferiore per estensione al lotto minimo consentito per edificare.      

Al termine dell’attività di controllo il legale  rappresentante della società proprietaria dell’area è  stato denunciato alla Procura di Lecce per abusivismo edilizio. I carabinieri hanno anche avvisato le autorità amministrative per i provvedimenti di loro competenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La struttura? Più grande del previsto. E scattano i sigilli del Noe

LeccePrima è in caricamento