La torre “Fiumicelli” continua a crollare, avviso di pericolo della capitaneria

Si aggrava la situazione statica della torre costiera del litorale di Otranto interessata da nuovi crolli. Sopralluogo della guardia costiera

OTRANTO – Si aggrava la situazione statica dell’antica Torre “Fiumicelli” sul litorale di Otranto nei pressi delle spiagge a nord dei laghi Alimini. Situata su di una duna a cinque metri di altezza, la torre costiera, risalente alla fine del XVI secolo, è oggi ormai situata a livello del mare, per effetto dell'innalzamento delle acque e dell’erosione costiera. Già nel mese di gennaio le violente mareggiate avevano causato un ulteriore cedimento della struttura muraria e nei giorni scorsi altri crolli hanno ormai compromesso l’assetto e la stabilità dell’antico avamposto con ammassi di mattoni letteralmente sgretolati sull’arenile e nello specchio d’acqua che si affaccia sulla località di Frassanito.

Si tratta di un zona che in condizioni di fruibilità normali, prive delle limitazioni agli spostamenti dettati in questi periodi di emergenza pandemica, è molto frequentata e attraversata soprattutto nelle giornate di primavera e in estate e per questo il pericolo di crollo continuo costituisce una minaccia seria per l’incolumità pubblica. Per verificare lo stato dei luoghi e la situazione nei gironi scorsi è stato  effettuato anche un sopralluogo del personale della guardia costiera di Otranto che ha confermato lo stato di pericolosità del tratto di arenile.

Il comandante della capitaneria idruntina, Pietro Vicedomini, a seguito della relazione fornita dai militari, ha emanato un avviso di pericolosità proprio in relazione alla necessità di dover garantire lo svolgimento in sicurezza di tutte le attività lungo la fascia costiera e nello specchio d’acqua prospiciente. In attesa della verifica demandata anche all’ufficio demanio del Comune, l’autorità marittima ha segnalato la pericolosità del tratto demaniale situato nei pressi della torre a causa di recenti crolli. Per tanto ha avvisato quanti, anche al termine delle restrizioni dell’emergenza, dovessero frequentare quel tratto di litorale, di prestare  la massima attenzione e di non avvicinarsi in prossimità della torre stessa che si trova in una critica situazione di degrado statico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

Torna su
LeccePrima è in caricamento