Ladri di notte nella scuola, rubati dieci computer per le attività didattiche

E' successo a Spongano. Il danno si aggira attorno ai 5mila euro. I carabinieri hanno svolto i rilievi. Non ci sono videocamere

SPONGANO - E’ bastato rompere metà di una finestra per entrare, fare incetta di computer portatili e fuggire. Tutto senza l’ombra di un testimone fisico o virtuale. Non solo nessuno ha notato movimenti sospetti, infatti, ma l’assenza di sistemi d’allarme e videocamere ha oltremodo agevolato i furfanti.

In pratica, non si conosce nemmeno l’orario in cui è avvenuto il furto, per un danno non indifferente, quantificabile in circa 5mila euro. Nel mirino dei ladri sono così finiti dieci laptop della scuola media statale di Spongano, in via Giuseppe Garibaldi.

La scoperta dell’effrazione è avvenuta questa mattina, alla ripresa delle attività. Il personale ha scoperto che i malviventi, nelle ore precedenti, si erano impossessati dei computer usati per l’attività didattica degli studenti, custoditi in un’unica aula.

I ladri volevano solo e soltanto quelli. La sensazione è che siano andati a colpo sicuro, dopo aver studiato bene la situazione. Di solito, infatti, la maggior parte dei furti negli istituti scolastici sono frutto dell’improvvisazione, opera di ladruncoli che vanno in cerca di qualche decina di euro, da arraffare dopo aver forzato distributori di snack e bevande.

Tant’è. Gli insegnanti, dopo aver fatto l’amara scoperta, non hanno potuto fare altro che prendere contatto con i carabinieri, presentando una formale denuncia in caserma. Dalla compagnia dei carabinieri di Tricase, comandata dal tenente Alessandro Riglietti, fresco d’insediamento, sono stati inviati i militari dell’aliquota operativa per svolgere i rilievi, in cerca di impronte e altri dettagli che possano agevolare l’indagine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma è chiaro che, trattandosi di computer, destinati forse alla vendita su Internet (a patto che non vi sia già un richiedente) gli accertamenti riguarderanno soprattutto i numeri seriali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento