Ladri nel bar dell'area di servizio, in pochi istanti rubate le "bionde"

Ingente, con un bottino ancora da quantificare con precisione, il furto eseguito nella notte ai danni della Camer di Taviano, lungo la direttrice per Gallipoli. Rubate stecche di sigarette. I malviventi in fuga a bordo di un'Alfa 147. Indagano i carabinieri

Foto di repertorio.

TAVIANO – Erano in tre. E sono stati molto rapidi. Perché quando l’antifurto collegato all’istituto di vigilanza Sveviapol è scattato, gli stessi carabinieri hanno impiegato appena cinque minuti per raggiungere il posto. Dei malviventi, però, non c’era più alcuna traccia. Si erano già volatilizzati a marce spiegate a bordo di un’Alfa 147 grigia. E visto che il luogo in questione, il bar di un’area di servizio, si trova lungo la strada statale 274, e per giunta non lontano da svincoli per varie provinciali, è stato impossibile determinare la via di fuga.

Erano le 3,30 di notte quando i malviventi sono arrivati nell’area di servizio Camer di Taviano, lungo la direttrice per la vicina Gallipoli. Il loro piano, molto semplice: forzare la porta d’ingresso posteriore del bar e sottrarre le sigarette. C’era un carico piuttosto importante, all’interno. Di “bionde” sembra che ne siano state rubate parecchie, anche se il danno deve essere ancora quantificato nel dettaglio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di certo, i ladri hanno operato con molta solerzia, perché all’arrivo delle forze dell’ordine di loro non c’era più nemmeno l’ombra, ma i segni del passaggio erano ben evidenti. I militari, dipendenti dalla compagnia di Casarano, hanno acquisito i filmati di videosorveglianza ed è così che hanno potuto scorgere vari dettagli e il numero preciso di malviventi. Tutti però, ovviamente, calzavano passamontagna per essere irriconoscibili. L’auto stessa è stata immortalata dagli occhi elettronici, ma la targa, a quanto pare, non sarebbe facilmente leggibile. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento