Ladri nel bar dell'area di servizio: rubate sigarette e macchina cambiasoldi

E' successo prima dell'alba al distributore Esso sulla statale 274, in contrada Li Sauli. Sul posto, per le indagini, i carabinieri

Foto di repertorio.

GALLIPOLI – Era da un po’ che non si sentivano. Ed eccoli ora di nuovo in azione. Alla fine dell’estate, una delle varie bande specializzate nei furti con “spaccata” all’interno dei bar delle aree di servizio ha deciso di tornare al “lavoro” per un colpo sulla strada statale 274.

Risale alle 4,15 del mattino l’effrazione ai danni del bar “Li Sauli”, annesso al distributore di carburanti Esso. Il nome trae spunto dall’omonima contrada in cui sorge, in territorio di Gallipoli. E sono proprio i carabinieri della Città Bella a indagare adesso sul colpo.

I malviventi hanno forzato l’ingresso e hanno arraffato diverse stecche di sigarette e una macchina cambiasoldi. Al momento è da quantificare il danno preciso, che è comunque assicurato. I malviventi in breve sono fuggiti con il bottino, facendo perdere le tracce.

I carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Gallipoli hanno acquisito le videocamere di sorveglianza, tramite le quali sperare di ottenere qualche dettaglio utile per identificare i malviventi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In quell’area già in passato si sono verificati episodi criminali. Il più grave risale al febbraio del 2014, quando una banda accerchiò un trasportatore rumeno fermo in sosta con il suo Tir. Stava riposando. Trasportava un grosso carico di fiori e attendeva l'alba per raggiungere il mercato di Taviano. All’improvviso, una banda sbucò nel buio e, con mazze e martelli, tentò di rapinarlo. L’uomo, però, fu lesto a chiamare i carabinieri, facendo fuggire i malviventi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento