Cronaca Rudiae / Viale Oronzo Quarta

Ladri scatenati: furti in casa di un ispettore di polizia e nell'Inail

Ignoti si sono introdotti in un appartamento di via Alberione, rubando televisori, stereo e dopo persino l'Alfa 156, abbandonata poco dopo. Sul posto la scientifica per le indagini. In centro, malviventi nel palazzo dell'istituto

 

LECCE – E’ una delle zone più a rischio della città. Da sempre i residenti lamentano di sentirsi abbandonati, anche a causa della relativa distanza dal resto del centro abitato. I giornali spesso hanno trattato l’argomento, ascoltando proprio quelle proteste, rivolte alle istituzioni. Periferia della periferia, nel rione cosiddetto dell’Agave, che si raggiunge da via Francesco De Mura, uscendo da Lecce, in direzione di via della Cavalleria, lungo una strada secondaria per la marina di San Cataldo e l’aeroporto Lecce-Lepore, qui, nel tempo, si sono sprecati furti, incendi dolosi, atti di vandalismo.

Ora, anche l’appartamento di un ispettore di polizia, per anni in servizio al posto fisso dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, al momento all’estero per motivi familiari, è stato violato. I ladri, che forse sapevano dell’assenza dell’ispettore, sono entrati nel suo appartamento, al pian terreno di via Alberione, forzando la porta d’ingresso e riuscendo a fare piazza pulita di alcuni fra gli oggetti di maggior valore che sono stati in grado di racimolare.1-610-23

I malviventi hanno perlustrato in lungo e in largo, rubando alcuni televisori, e uno stereo. Non c’erano contanti in casa, né preziosi, e non si sono accorti che un computer era stato opportunamente nascosto in cucina. Altrimenti, il danno sarebbe stato anche maggiore. Tant’è. Non contenti, i ladri si sono impossessati anche dell’auto dell’ispettore, un’Alfa Romeo 156. Sono, infatti, riusciti a trovare le chiavi. Ma, forse è stata usata solo per il trasporto nell’immediato della refurtiva verso qualche altro veicolo, pronto sulla via principale. O, forse, hanno pensato di essersi spinti troppo oltre, rubando anche l’Alfa. Tant’è. L’auto è stata abbandonata a poche decine di metri, proprio nei pressi della rotatoria che immette su via della Cavalleria.

Sono stati alcuni vicini ad accorgersi del furto. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia scientifica per i rilievi, nell’abitazione e sulla stessa auto.  E non finisce qui. Sempre nel corso della notte, alcuni individui si sono poi introdotti negli uffici della sede leccese dell'Inail, l'Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, per mettere a segno un furto. Ma hanno recuperato solo alcuni spiccioli, sottratti dalle macchinette che erogano vivande, poste nei corridoi dell'edificio, a pochi metri di distanza dalla stazione ferroviaria, in viale Oronzo Quarta. Le indagini sono nelle mani dei carabinieri della compagnia di Lecce.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri scatenati: furti in casa di un ispettore di polizia e nell'Inail

LeccePrima è in caricamento