menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Afferra le borse dal sedile delle auto: almeno sei episodi in pochi giorni

Nel mirino dell'autore donne di mezza età, quasi sempre tra la zona della stazione e il rione San Pio. Utilizza una tecnica banale quanto efficace. Le raccomandazioni della questura

LECCE – Con una modalità abbastanza banale, ma evidentemente efficace, è riuscito a mettere a segno in pochi giorni almeno sei furti, tra il rione San Pio e la stazione, con qualche puntata nel centro. Gli agenti della sezione volanti della questura di Lecce hanno raccolto testimonianze convergenti: si tratta con ogni probabilità dello stesso individuo, alto circa un metro e 70, carnagione chiara e di una trentina di anni.

La sua specialità è aprire repentinamente lo sportello del lato passeggero dell’auto appena avviata dalla conducente, rigorosamente donna e di mezza età, e sottrarre la borsa immancabilmente lasciata sul sedile accanto a quello del posto di guida. Talvolta per poche decine di euro, qualche altro per qualche centinaio ma il danno riguarda anche la perdita dei documenti di identità, spesso delle chiavi di casa e degli effetti personali.

L'individuo ricercato, in particolare, ha agito il 7 marzo in via delle Anime, il giorno successivo in via Rubini e poi ha colpito due volte il 12 marzo, in via De Jacobis e in via Cesare Battisti e sempre di pomeriggio; solo nell'ultima circostanza, l'intervento di un uomo attirato dalle urla della donna vittima del furto ha portato al recupero della borsa, abbandonata dal ladro in fuga. Per il resto il bottino accertato è di oltre 800 euro.

La polizia ha colto l'occasione per raccomandare ai cittadini la massima accortezza: depositare borse e oggetti di valore sul sedile non è mai una buona trovata. In ogni caso l'invito è di azionare subito la chiusura degli sportelli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento