Cronaca Muro Leccese

Lanciano petardi dall'esterno contro i tifosi ospiti, arrestati in due

Nei guai un 45enne e un 38enne di Muro Leccese. Il fatto accaduto ieri durante l'incontro di calcio fra Fc Otranto e Corato. Li hanno sorpresi gli agenti di polizia. Un agente stordito dallo scoppio

Il campo sportivo di Otranto (foto di repertorio).

OTRANTO – La rivalità fra salentini e baresi è sempre accesa e non riguarda soltanto il Lecce. Tanto che due sostenitori del Football Club Otranto sono finiti agli arresti domiciliari, dopo essere stati sorpresi a lanciare petardi contro la tifoseria ospite, del Corato, nel corso della gara di ieri pomeriggio valevole per il campionato regionale di eccellenza. Si tratta di Gianni Rocco Massafra, di 45 anni, e di Massimiliano Elia, di 38, entrambi residenti nel vicino comune di Muro Leccese.

C’erano circa 350 tifosi, ieri, presso il campo comunale di via Alimini ad assistere al match di calcio. Una nutrita schiera proveniva proprio da Corato, circa una cinquantina. Si sono accomodati nel settore ospiti. La gara, per la cronaca sportiva, è terminata con la vittoria per 2 a 1 proprio del Corato.  

Che si sarebbe trattata di una sfida calda, e non solo in campo, si è capito ben presto, quando, proprio durante l’incontro, sono esplosi i primi due petardi. Non hanno avuto conseguenze, per fortuna, ma entrambi erano indirizzati proprio ai tifosi del Corato. Non è stato però possibile individuare gli autori.

Tuttavia, verso le 16,50, quando era in corso il secondo tempo, ecco che dall’esterno dell’impianto sportivo è stato lanciato verso gli spalti occupati dai coratini, un terzo, grosso petardo.

In questo caso, però, i poliziotti in servizio d’ordine sono riusciti a sorprendere Massafra ed Elia. A quanto sembra, erano usciti poco prima dal settore della tifoseria locale, per essere però notati, dal personale in servizio di ordine pubblico. Inseguiti e bloccati, sono stati arrestati e posti ai domiciliari. Un agente che si trovava nel settore ospiti ha riportato un forte stress uditivo. Al pronto soccorso dell’ospedale di Scorrano la prognosi è stata di tre giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lanciano petardi dall'esterno contro i tifosi ospiti, arrestati in due

LeccePrima è in caricamento