rotate-mobile
Perlustrato anche il litorale gallipolino / Gallipoli

Largo raggio dei finanzieri nelle acque del Salento: sequestrati oltre seimila ricci

L’attività coordinata dal Reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza ha visto impegnati i militari delle sezioni navali di Brindisi, Gallipoli e Taranto. Sanzioni per quattro pescatori e il titolare di una pescheria

GALLIPOLI - Una fitta rete di controlli ha interessato nell’ultima settimana i finanzieri delle sezioni operative navali salentine di stanza a Brindisi, Gallipoli e Taranto che, oltre al pattugliamento costiero, ha consentito di sequestrare complessivamente oltre seimila esemplari di ricci di mare raccolti e commercializzati oltre il limite consentito.

Una notevole quantità di prodotti ittici sono stati rinvenuti anche nella zona del porto e del litorale gallipolino e i ricci ancora vivi e in buono stato di conservazione sono stati poi rimessi in mare per consentire la ripopolazione delle colonie ittiche.

E’ il bilancio dell’azione di tutela del patrimonio ittico posta in essere dal Reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Bari che è stata effettuata a largo raggio nei porti e lungo gran parte del litorale pugliese e salentino in particolare.

L’attività ha consentito di individuare anche cinque responsabili dell’attività di pesca e vendita irregolare dei ricci, uno dei quali peraltro è risultato essere il titolare di una pescheria. Tutti sono stati multati con l’applicazione delle previste sanzioni amministrative.

Guarda il video

Il fenomeno della raccolta di ricci illecita reca un danno ingente al commercio ed alla leale concorrenza della filiera ittica ed impatta, in termini assolutamente negativi, sul delicato equilibrio biologico dell’ecosistema marino pugliese, contribuendo ad accelerare la lenta e continua “scomparsa” di queste preziose risorse e causando una vera e propria “desertificazione” dei fondali marini.

Il costante presidio del litorale costiero e delle acque marittime di competenza regionale del Reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Bari, oltre ad assicurare, attraverso il mantenimento dell’operatività nell’arco delle ventiquattro ore, una decisa azione di prevenzione e contrasto degli illeciti, rende possibile anche le attività di salvaguardia delle risorse marine e ambientali.

IMG-20230323-WA0006

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Largo raggio dei finanzieri nelle acque del Salento: sequestrati oltre seimila ricci

LeccePrima è in caricamento