Alcool al volante, decine di patenti sequestrate durante il lungo week-end

E' iniziata l'operazione "Estate" sicura nell'area di Gallipoli e Nardò. In nove casi superata la soglia, limite. Tante anche le contravvenzioni. E non sono mancati altri episodi: denunce per spaccio e possesso di armi bianche. Un ragazzo fermato con due coltelli in un ristorante

GALLIPOLI – Primi caldi, marine affollate anche a tarda ora e notti alcoliche già nel vivo.

Nella notte appena trascorsa sono state decine le persone soccorse dai sanitari del 118, proprio per stati d’ebbrezza. Un dato, questo, che proviene da una sala operativa messa già sotto stress e che si associa anche ai tanti malori nei pressi dei seggi elettorali. Insomma, per gli operatori c’è stato molto lavoro. E non solo ieri.

Con l’arrivo della bella stagione, è iniziata anche l’operazione “Estate sicura 2015” dei carabinieri, che prevede più servizi a largo raggio nei giorni roventi, tra week-end e festività. Fra i primi ad avviare il servizio, come sempre, sono stati i militari della compagnia di Gallipoli e delle stazioni collegate. Gestiscono, infatti, una delle aree in cui il fenomeno è notoriamente più sentito, essendo fra le mete predilette dell’utenza giovanile, vista anche la nutrita presenza di locali.

Le cifre sfornate parlano chiaro: per nove automobilisti è scattata la denuncia a piede libero per guida in stato di ebbrezza. Il tasso alcolemico presente nel sangue, in tutti questi casi, era superiore alla soglia minima di 0,80 grammi per litro. Con un picco in un episodio in particolare, dove si è raggiunta la soglia di 1.50 grammi per litro, quasi quattro volte oltre il limite.

Dieci le patenti ritirate, settanta le contravvenzioni al codice della strada elevate, per violazioni che vanno dalla guida senza cinture di sicurezza all’uso del telefono cellulare alla guida. Oltre 300 i punti tolti alle patenti dei guidatori meno accorti. Numerose anche le violazioni per assenza di copertura assicurativa e per non aver provveduto alla revisione periodica. Dieci mezzi sono stati sequestrati proprio per questi ultimi motivi.

Tutto questo e molto altro in un fine settimana allungato per via del ponte del 2 giugno. A un posto di controllo un giovane di Galatone, è apparso particolarmente nervoso. I militari hanno voluto approfondire il controllo ed hanno scoperto che, oltre a non avere la patente (mai coneguita), portava con sé un coltello a serramanico. Per lui denuncia doppia, per porto abusivo di coltello e guida senza patente. Anche un altro conducente, controllato durante il weekend, è stato trovato privo di patente, in questo caso perché sospesa, e di conseguenza deferito alla’autorità giudiziaria.

I controlli non hanno riguardato però soltanto le strade, specie in prossimità di locali e discoteche, ma anche le vie di paesi e città. Ad esempio, i carabinieri sono dovuti intervenire presso un noto ristorante di Gallipoli dove M.A.F., 32enne, visibilmente ubriaco, si era presentato brandendo due coltelli da cucina con lama lunga oltre 45 centimetri. Per lui una denuncia per porto abusivo di coltello.

E ancora, sempre a Gallipoli, D.C., 20enne, e B.A., 37enne, sono stati denunciati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il primo aveva oltre dieci dosi di hashish in tasca, mentre il secondo con un involucro di cocaina pura di oltre 4 grammi. I controlli a tappeto in tutto il territorio della compagnia hanno anche permesso di reprimere una serie di reati contro il patrimonio.

A Gallipoli, i militari della stazione locale hanno denunciato un romano 41enne che, approfittando di una donna gallipolina, le aveva sottratto la carta di credito e il Pin per alcuni pagamenti in proprio favore. Risponde di furto e utilizzo indebito di carta di credito.

Sempre a Gallipoli i militari hanno fermato un nigeriano privo di documenti. Dagli accertamenti è emerso che era entrato irregolarmente sul territorio nazionale senza mai essere riconosciuto e identificato.  A Cutrofiano, invece, è denunciata una nigeriana 18enne. Dato che pendeva su di lei un provvedimento di espulsione, ha fornito false generalità.

A Nardò i carabinieri, durante un controllo, hanno denunciato A.I., 23enne neretino, per ricettazione aggravata. Durante il servizio, passando davanti al capannone industriale della sua ditta, i militari hanno notato una catasta di oltre 120 chili di cavi di rame che apparivano essere stati tagliati da poco. Volendo approfondire la cosa, i carabinieri hanno rinvenuto sulle guaine il logo di una ditta che proprio quella mattina aveva denunciato un furto di cavi di rame.

Altri due nigeriani, sempre a Nardò, sono stati denunciati perché trovati nell’atto di chiedere l’elemosina ai passanti. Nella città di Nardò vige un’ordinanza sindacale che lo vieta, da qui la denuncia per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità. Diciannove, infine, i segnalati alla Prefettura consumo di sostanze stupefacenti. Si tratta perlopiù di ragazzi molto giovani, trovati in possesso soprattutto hashish.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All’attività controllo hanno partecipato pattuglie dell’aliquota radiomobile di Gallipoli, militari della tenenza di Copertino e delle altre stazioni, per un totale di cinquanta militari e venticinque automezzi, coordinati dal comandante di compagnia, capitano Michele Maselli. Il dispositivo è stato dispiegato in particolare nelle aree cittadine, periferiche e litoranee di Gallipoli, Galatone, Nardò, Sannicola e Cutrofiano anche con l’impiego di militari in abiti civili che si sono uniti alle migliaia di persone che hanno affollato litorale e discoteche. E i dati non possono che essere parziali, visto che ci sono ancora le giornate di oggi e domani. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento