Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Lavoratori 118 contro la mancata internalizzazione. Domani il sit-in

Le professionalità del servizio di emergenza-urgenza, appaltato alle società Meleleo ed Ikebana srl, per via del mancato accordo sulla vertenza Sanitàservice, si preparano, guidate dall'Usb, al presidio di protesta del 28 febbraio

Foto LeccePrima (tutti i diritti riservati)

LECCE - Gli addetti al servizio di emergenza-urgenza del 118, accompagnati dalla Federazione provinciale dell’Unione sindacale di base, sono pronti alla protesta contro il mancato accordo della vertenza di internalizzazione del settore con l'Asl di Lecce. Gli autisti e i soccorritori utilizzati nelle postazioni del 118 di Casarano, Ugento, Otranto, Scorrano e Gallipoli, dipendenti dalle società Ikebana srl e Meleleo Servizi, che il prossimo 9 marzo (la prima data prevista è stata posticipata) incroceranno le braccia per l'intero turno di lavoro a partire dalle ore 8, domani, 28 febbraio, terranno un sit-in di protesta presso la sede della direzione generale della Asl di Lecce.

Com’è noto, il tutto nasce dal mancato accordo sull’avvio delle procedure di internalizzazione del servizio di emergenza - urgenza 118 delle postazioni specificate e, dopo la scelta dell’Asl di Lecce di procedere alla emanazione di un bando di gara per l'affidamento del servizio alle associazioni di volontariato, con scadenza per il 28 febbraio. La Usb, in quella sede, aveva espresso la propria contrarietà alla decisione della Asl, in considerazione che il progetto di gara interessasse anche le postazioni del 118 che attualmente comprendono lavoratori, regolarmente dipendenti di società e, pertanto, non assimilabili a soci volontari.

Inoltre, nel tavolo tecnico, si era ribadita la necessità di procedere all'avvio del processo di internalizzazione per i servizi di emergenza - urgenza le cui postazioni del 118 sono attualmente appaltate alle società Meleleo Servizi ed Ikebana Srl, dove le professionalità utilizzate, autisti e soccorritori, hanno un rapporto di lavoro subordinato. Richieste non recepite dall’Asl leccese, che hanno portato alla decisione di preparare un sit-in e annunciare lo sciopero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori 118 contro la mancata internalizzazione. Domani il sit-in

LeccePrima è in caricamento