rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca Surbo

Lavori edili non autorizzati in un fondo, denunciati padre e figlia

E’ uno degli interventi svolti dai carabinieri: altri due denunciati per furto e uno finisce ai domiciliari per aver violato il divieto di avvicinamento alla casa familiare

SURBO/TREPUZZI/NARDO' - In due sono finiti nei guai con una denuncia all’autorità giudiziaria, al termine di un’attività di indagine svolta dai carabinieri di Surbo, finalizzata al contrasto dell’abusivismo edilizio. Si tratta di A.C., un 48enne di Surbo, e della figlia, di 20 anni: il primo è accusato di aver commissionato a una ditta interventi non autorizzati nella fondo agricolo di proprietà della   ragazza.

Dopo gli accertamenti, svolti durante un sopralluogo, l’area è stata sequestrata e i due familiari denunciati a pèiede libero all’autorità giudiziaria. Ma non è stata l’unica operazione svolta in questi giorni dagli uomini dell’Arma: i militari di Trepuzzi, sono riusciti a risalire ai responsabili del furto di un’auto, una Fiat Punto, avvenuto il 28 maggio scorso, in via Grazia Deledda. Si tratta di due brindisini, già noti, S. P., un 23enne di Mesagne, residente a Brindisi, e D.S., di 34, per i quali è scattata la denuncia.

A Nardò, è finito ai domiciliari un 32enne di Lecce, per aver violato in più occasioni l’ordinanza del divieto di avvicinamento dalla casa familiare emessa il 17 settembre scorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori edili non autorizzati in un fondo, denunciati padre e figlia

LeccePrima è in caricamento