Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca

Ispezioni nei cantieri: spuntano sette operai in nero. Scattano due denunce

Tra il 25 aprile e il Primo maggio, i carabinieri hanno verificato la regolarità dei contratti dei dipendenti edili, su tutto il territorio. Oltre a deferire due datori, rispettivamente di Melpignano e Neviano, i militari hanno elevato sanzioni per oltre 22mila euro

Operai in un cantiere (Foto di repertorio)

LECCE – Controlli ovunque e a tappeto. Così si è svolta la settimana compresa tra le due feste, quella del 25 aprile e il Primo maggio. I cantieri del Salento sono stati sottoposti ad una serie di verifiche da parte dei carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro, in collaborazione con i colleghi delle stazioni e compagnie locali.

Il bilancio di questa operazione che ha coinvolto e monitorato, oltre al lavoro edile, anche altri insediamenti industriali, ha visto sette dipendenti “in nero”, su circa trenta controllati. Due imprenditori operanti nel settore delle costruzioni sono stati deferiti per non aver versato le ritenute previdenziali dei lavoratori all’Inps, per un importo di circa 16mila euro. Si tratta di S.P., un 40enne di Melpignano e S.P., 35enne residente a Neviano.

Le due attività sono state sospese per aver impiegato personale senza un regolare contratto, per una percentuale superiore al venti ammontano invece a 15 le sanzioni amministrative, per circa 22mila e 500 euro, elevate dai militari dell’Arma, i quali hanno permesso di recuperare, attraverso l'operazionei, contributi previdenziali per circa duemila e 700 euro, che saranno destinati alle casse dell’ente preposto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ispezioni nei cantieri: spuntano sette operai in nero. Scattano due denunce

LeccePrima è in caricamento