Le barche fuggono e lasciano i sub a mollo: tre denunce per pesca di frodo

"Pizzicati" dai finanzieri a pescare nell'area marina protetta di Porto Cesareo, in tre sono finiti nei guai. Si tratta di pescatori subacquei che si erano immersi con apparecchi di respirazione per raccogliere ostriche e mussoli nella riserva integrale, dopo è vietata qualsiasi attività

NARDO’ – “Pizzicati” dai finanzieri a pescare nell’area marina protetta di Porto Cesareo, in tre sono finiti nei guai. Si tratta di pescatori subacquei che si erano immersi con apparecchi di respirazione per raccogliere ostriche e mussoli nelle acque davanti località “Il Frascone” di Sant’Isidoro, marina di Nardò. A scoprirli sono stati i militari della Sezione operativa navale della guardia di finanza di Gallipoli. I tre sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per l’attività di pesca di frodo.

Foto 02 bombole-2Il bello è che quando altri individui a bordo di imbarcazioni d’appoggio hanno visto la motovedetta dei finanzieri, hanno lasciato a mollo i complici, allontanandosi da quel punto e dirigendosi in una zona con fondale basso. E lì, la motovedetta delle “fiamme gialle” non ha potuto fare più nulla per raggiungerlo.

(Video: pesca di frodo)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell’area di riserva integrale, che è poi il cuore dell’area marina protetta di Porto Cesareo (la quale si estende fino al territorio di Nardò), è vietata qualunque tipo di attività. Ci si può recare soltanto per la ricerca scientifica. Per questo motivo i pescatori sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Lecce. Le attrezzature, tre bibombole complete di erogatore, retini e piccozze, sono state sottoposte a sequestro. Il pescato è tornato in mare ancora vivo, in presenza dei responsabili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento