Cronaca

Le Cave: nessuna sospensione dal Consiglio di Stato, stagione compromessa

I giudici hanno fissato la Camera di consiglio al 30 agosto, quindi alla fine dell’estate. Una decisione che mette a rischio gli eventi

LECCE – Cala definitivamente il sipario sulla stagione estiva della discoteca “Le Cave” di Gallipoli. Il Consiglio di Stato ha infatti respinto il ricorso presentato dalla società “Salento Cave”, chiedendo in via d’urgenza un provvedimento presidenziale di sospensiva contro la determinazione con cui il Comune di Gallipoli, assistito dall’avvocato Stefano Stefanelli, ha disposto l’annullamento dell’agibilità rilasciata nel 2016 alla discoteca “Le Cave”, applicando una precedente sentenza del Tar. La società, assistita dall’avvocato Giovanni Pellegrino, ha proposto appello al Consiglio di Stato, che ha fissato la Camera di consiglio al 30 agosto, quindi alla fine dell’estate.

Una decisione che segna inevitabilmente il futuro della discoteca e dell’estate gallipolina, che perde l’unica area per eventi internazionali rimasta dopo il sequestro del Parco Gondar. Si prospetta l’annullamento di tutte le date previste, con migliaia di euro di penali da pagare e un’estate, quella della “città bella”, sempre più buia.

La struttura abusiva è stata regolarmente condonata nel 2008, ma solo per a ospitare un bar e un’area ristoro, non una discoteca. Da qui la sentenza dei giudici di annullare l’agibilità, eseguita dal Comune e poi confermata, accogliendo le tesi dell’amministrazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Cave: nessuna sospensione dal Consiglio di Stato, stagione compromessa

LeccePrima è in caricamento