Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca Piazza Palio

"Foto per l'8 marzo". Varcano il cancello e molestano due studentesse

Il fatto prima del rientro per i corsi pomeridiani. Le vittime delle attenzioni morbose di un paio di energumeni hanno 17 anni. A una anche sollevato il maglioncino. Le indagini sono affidate alla polizia

L'istituto Grazia Deledda (foto LC).

LECCE – “Guardate, c’è la polizia”, ha detto a un certo punto un ragazzo, uscendo dal bagno e affacciandosi alle finestre dei corridoi della scuola. L’arrivo di una volante davanti a un istituto non passa mai inosservata. Diversi studenti si sono così riversati verso l’esterno. Ed è stato sgomento generale quando s’è scoperto che due ragazze, entrambe 17 anni appena, erano appena state molestate in modo anche piuttosto pesante da un paio di energumeni.

Si tratterebbe di soggetti fra i trenta e i quarant'anni, secondo testimonianze e per come sono stati descritti; sicuramente due uomini  e non ragazzini. Forse persone che si aggirano nella zona e che potrebbero avere partorito la malsana e perversa idea di adescare ragazze minorenni da diverso tempo, approfittando della ricorrenza odierna, la giornata internazionale dedicata alle donne. Un motivo ritenuto più che valido, evidentemente, per potersi avvicinare senza destare eccessivi sospetti. 

Come? Adottando una scusa che potesse apparire plausibile. Già, perché si sarebbero presentati con il pretesto di dover realizzare un servizio fotografico per l’8 marzo, forse anche scattando qualche immagine da distanza senza ovviamente il consenso delle interessate. E varcando in seguito anche il cancello.  

Il fatto è avvenuto nel primo pomeriggio, intorno alle 14,30, all’interno del cortile dell’istituto tecnico “Grazia Deledda” di piazza Palio. Verso quell’ora vi è il rientro nelle aule per chi frequenta i corsi pomeridiani. Le due ragazze si trovavano ancora all’esterno dell'edificio, quando hanno varcato il cancello anche i due uomini.

“Stiamo realizzando un servizio fotografico per la festa delle donne”, avrebbero detto. Avvicinandosi fin troppo. E sembra che, mentre uno avrebbe tentato di baciare una ragazza, l’altro le abbia addirittura allungato il maglioncino per osservare, forse anche palpeggiare il seno. Non c’erano altri studenti in quel momento nelle vicinanze e anche i collaboratori scolastici erano nell’atrio, e questo ha agevolato i malintenzionati.

La risposta delle vittime è stata, però, ferma: le due si sono divincolate ed è partita subito anche una telefonata al 113. Sul posto è arrivata poco dopo una volante di polizia per un primo sopralluogo. Inutile dire che i soggetti si erano, ovviamente, volatilizzati. Nelle prossime ore dovrebbe essere presentata una denuncia da parte dei genitori delle ragazze presso la squadra mobile, anche e soprattutto per fornire maggiori dettagli.

Di certo, la madre di una delle due studentesse pare che abbia manifestato la ferma intenzione di presentarsi in questura. E dato che vi sono diverse videocamere, è possibile che i due malitenzionati siano stati ben immortalati e che magari siano anche riconoscibili. La speranza è che siano individuati al più presto. Si è oltrepassata ben oltre la bravata di pessimo gusto. Per l'ordinamento, si configura la violenza sessuale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Foto per l'8 marzo". Varcano il cancello e molestano due studentesse

LeccePrima è in caricamento