Aggredisce gli agenti con bastone di legno, per lui scatta il foglio di via

Un 25enne pavese girovagava da una settimana dentro Lecce, provocando scompiglio. Tante le segnalazioni giunte al 113

Foto di repertorio.

LECCE – Aggressivo, minaccioso, più volte segnalato alla polizia. E ora, è scattato per lui il foglio di via obbligatorio per tre anni da Lecce, emesso dal questore. Si tratta di W.G., 25enne della provincia di Pavia. Come residenza, almeno. Di fatto, non sembra che abbia una dimora fissa.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso, nel primo pomeriggio di oggi, quando, dopo segnalazioni di cittadini per via della presenza di una persona che si muoveva in modo sospetto, una volante di polizia si è recata presso l’ospedale “Vito Fazzi”. Ritrovando qui il 25enne pavese, già conosciuto da diversi giorni, per una serie di episodi.

La sera del 26, per esempio, era stato identificato dopo segnalazioni di cittadini al 113, che l’avevano visto sdraiato per terra, vicino a un’autovettura, nei pressi della Banca popolare di Puglia. Identificato, si era scoperto che da circa una settimana, ormai, girovagava per le vie di Lecce senza meta. Non solo. La sua presenza era stata segnalata anche la notte successiva, quella del 27 agosto, verso mezzanotte e mezzo. Ancor più allarmante la situazione, visto che era stato descritto come un uomo travisato e armato.

Al momento del controllo, i poliziotti l’avevano trovato con il volto coperto da una sciarpa, un cappello scuro in testa e abiti scuri. Per di più, brandiva in mano un oggetto imprecisato, poi rivelatosi un pezzo di radica di circa 30 centimetri a forma di grossa pipa avvolta da cavi elettrici in rame sguainati, anelli e pezzi di plastica.

Al momento del controllo, il giovane si era anche scagliato contro gli agenti, cercando di colpirli con quell’arma impropria, riuscendo a ferirli lievemente, prima di essere bloccato. Denunciato per resistenza, violenza, lesioni a pubblico ufficiale e porto di oggetti atti a offendere, ora, tenuto conto che il 25enne non ha fornito una valida giustificazione circa la sua presenza in provincia di Lecce, che non vi lavora, né svolge altre attività, per lui è scattato il foglio di via obbligatorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Coronavirus “sensibile” ai fattori ambientali: studio di un fisico su temperatura ed escursioni termiche

Torna su
LeccePrima è in caricamento