rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Leuca / Viale Don Giovanni Minzoni

Allarme scippi: tre episodi in poche ore. Donne vittime dei malviventi

Dopo i casi avvenuti nei giorni scorsi su viale dell'Università e in via Cicolella, ieri pomeriggio è toccato a una casalinga di 63 anni e poco prima della mezzanotte a una 20enne mentre era in sella alla sua bici. Oggi, poi, vittima una 44enne nel centro storico

LECCE - Altri tre scippi per le strade di Lecce. Ed è ormai un vero e proprio allarme. Dopo gli episodi avvenuti nei giorni scorsi su viale dell'Università e in via Cicolella, dopo quello di Lequile, ieri pomeriggio, domenica 20 marzo, è toccato a una casalinga di 63 anni e nella notte a una 20enne. E non è tutto. Nel primo pomeriggio di oggi, infatti, un terzo episodio si è verificato ai danni di una 44enne. Tutti e tre questi casi sono avvenuti in città.  

Primo caso: alle 15,30 di domenica

Andando con ordine, ieri pomeriggio, intorno alle 15,30, si è recata in Questura una 63enne originaria di Piobbico (in provincia di Pesaro Urbino) ma residente a Trepuzzi, per riferire di essere stata scippata in via Beccherie Vecchie, nei pressi di Porta San Biagio, da un individuo con indosso un giubbino di colore blu. Questo, si sarebbe avvicinato a lei, con la bici e, nel sottrarle la borsa, con all’interno 50 euro, documenti e chiavi di casa, l’avrebbe fatta cadere a terra. La donna non ha riportato lesioni gravi, ma per lei era stato comunque richiesto l’intervento del 118.

La vicenda ricorda quella avvenuta il 17 marzo scorso, in via Leonardo Da Vinci, a Lequile, dove un malvivente in scooter aveva strappato la borsetta a una donna di 63 anni del posto, provocandone la caduta al suolo.

Secondo caso: rapinata in sella alla bici

Questa mattina, poi, la segnalazione di un altro episodio, verificatosi poco prima di mezzanotte. È il caso riguardante la 20enne, depredata mentre stava percorrendo in sella a una bicicletta viale Don Minzoni. L’episodio si è consumato all’altezza dell’incrocio con via Miglietta: lì, è stata affiancata da due soggetti a bordo di uno scooter e con in testa un casco nero che con una mossa fulminea sono riusciti a impossessarsi dello zainetto posizionato nel cestino della bici, facendo subito dopo perdere le tracce.

All’interno dello zaino c’erano un iPhone, carta di identità e la somma di 50 euro. Per fortuna, la malcapitata ha provato solo un grande spavento, non ha riportato ferite e si è recata negli uffici della Questura per sporgere denuncia.

Terzo caso: primo pomeriggio di oggi

Come se non bastasse tutto ciò, nel cuore del centro storico, a pochi metri dalla chiesa di San Matteo, nel primo pomeriggio di oggi si è verificato il terzo episodio. In questo caso, vittima è stata una 44enne leccese che si trovava in piazzetta Regina Maria. All’improvviso, stando alle ricostruzioni, sarebbe spuntato alle spalle un giovane sulla trentina d’anni che, in un attimo, le avrebbe sfilato la borsa che aveva in spalla, riuscendo a svignarsela fra un nugolo di stradine.

È stato richiesto l’intervento della polizia e sul posto è giunta una volante. La malcapitata non è rimasta ferita e la stessa borsa, alla fine, è stata ritrovata abbandonata in strada. Ovviamente, senza più il contenuto. Lo scippatore ha portato via il portafogli. Dentro c’erano documenti personali e una cinquantina di euro. Il soggetto è stato descritto d’altezza medi, con giubbotto e cappello grigio e jeans.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme scippi: tre episodi in poche ore. Donne vittime dei malviventi

LeccePrima è in caricamento