menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Intrecci mafia e politica, un’assoluzione e cinque condanne ridotte

Si è concluso ieri il processo d’appello scaturito dall’operazione “Eclissi”. Depennata l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa per Mario Blago, il suocero del boss Maurizio Briganti. In primo grado aveva preso nove anni

LECCE - Era stato condannato a 9 anni per concorso esterno in associazione mafiosa nel processo ordinario scaturito dall’inchiesta “Eclissi” sulla gestione dei manifesti elettorali per le amministrative del 2012 e sul traffico di droga a Lecce e che aveva indicato tra i boss proprio il genero Pasquale, meglio noto come Maurizio, Briganti. Ma per la Corte d’appello presieduta dal giudice Nicola Lariccia, Mario Blago è innocente. Assistito dagli avvocati Paolo Cantelmo e Antonio Savoia, il 63enne leccese è riuscito a dimostrare l’estraneità all’accusa di aver avuto un ruolo di coordinamento tra il clan e i vari comitati, ottenendo l’assoluzione perché “il fatto non sussiste”.

Oltre a lui, il verdetto ha interessato altri cinque imputati, per i quali sono state così rideterminate le pene inflitte in primo grado il 23 maggio 2018: da 10 a 7 anni e 1.400 euro di multa per Sergio Marti, 46enne di Lecce, che è stato assolto dall'accusa di mafia; da 14 anni e quattro mesi a 13 anni e 10 mesi di reclusione per Fabio Lanzillotto, 34enne di Galatone; da 18 anni a 18 anni e mezzo (in continuazione ai cinque e mezzo inflitti con sentenza divenuta irrevocabile, il 26 giugno 2007, dalla Corte d’Assise d’appello di Lecce) per Ubaldo Leo, 53enne di Lecce; da 14 anni e due mesi a 10 anni e 10 mesi per Stefano Monaco, 27enne; da 17 anni a 10 anni e 8 mesi per Luigi Antonio Rollo, 59enne di Lizzanello.

Gli imputati erano difesi dagli avvocati Ladislao Massari, Roberto De Mitri Aymone, Alessandro Stomeo, Cosimo Rampino e Stefano Prontera. Le motivazioni del dispositivo che ha confermato nel resto la precedente sentenza saranno depositate entro novanta giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento