Danni in strada, poi si barrica in casa e lancia oggetti contro i carabinieri

Arrestato a Lecce un 38enne che risponde di evasione e resistenza a pubblico ufficiale. Ha dato in escandescenza in via Siracusa

Lecce, via Siracusa.

LECCE – Evasione e resistenza a pubblico ufficiale. Sono i reati contestati a Lorenzo Russano, 38enne di Lecce che nel primo pomeriggio di oggi ha dato letteralmente in escandescenza. È successo in via Siracusa, dove, intorno alle 15, in stato di alterazione psicofisica, pur sottoposto agli arresti domiciliari, sarebbe uscito provocando il caso. Prima avrebbe divelto i tombini della rete fognaria, poi rovesciato contenitori raccolta rifiuti.

Diversi cittadini hanno chiamato il 112 e sul posto sono arrivati i carabinieri della stazione di Lecce Principale e, poco dopo, in supporto, i colleghi della Sezione operativa della compagnia. Una volta visti arrivare i militari, Russano è rientrato nel condominio dove risiede, barricandosi nel suo appartamento, al quarto piano. Non senza rinunciare a continuare a “dire la sua”, spuntando all’improvviso dal balcone e iniziando a lanciare oggetti di metallo contro i carabinieri, che sono riusciti a schivarli. E, alle fine, fatta irruzione in casa, sono riusciti a immobilizzarlo. Condotto in caserma, è stato dichiarato in arresto e portato nel carcere di Borgo San Nicola, a Lecce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Freddato a 22 anni con un colpo di pistola alla testa, inflitti due ergastoli

  • La coperta prende fuoco, anziano muore per ustioni: è il padre del segretario nazionale del Sap

Torna su
LeccePrima è in caricamento