Fermato per un controllo, si scopre un "corriere" con quasi 10 chili di hashish

I carabinieri hanno incrociato l'auto condotta da un 26enne e si sono insospettiti. Non solo droga, ma anche passamontagna e argenteria di provenienza sospetta

LECCE – Un controllo in auto e spunta la droga. Tanta droga. Quasi 10 chilogrammi di panetti di hashish (9,18, per la precisione) che, a quanto pare, Francesco Capone, 26enne di Lecce, non aveva nemmeno nascosto molto bene. La sostanza si trovava sotto il sedile del passeggero.

L’arresto è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri nel quartiere Stadio, in via Alessandria. A incastrare il giovane sono stati i carabinieri della Sezione radiomobile di Lecce che si trovavano di pattuglia. A un certo punto, hanno incrociato il soggetto in auto. L’hanno osservato e hanno pensato di procedere a un controllo. Qualcosa nei suoi spostamenti deve averli insospettiti. E hanno fatto dietrofront.

Il 26enne, intuito che potessero avercela con lui, ha tentato forse di dissimulare quanta più tranquillità possibile – difficile, data la circostanza – e ha pensato di parcheggiare l’auto e iniziare ad allontanarsi a passo svelto. Ma in un baleno, i carabinieri gli sono stati addosso. Perquisito, nelle tasche aveva dell’hashish. Poco, per la verità. Qualche grammo, forse per uso personale. Il controllo, però, non è finito lì.

CAPONE FRANCESCO.-2I militari hanno aperto l’auto e hanno fatto la scoperta in pochi istanti: droga, e tanta. Hashish, tutti in panetti sigillati. E non è tutto. Nell'auto c'erano anche un bastone sfollagente di metallo, un passamontagna di lana, un taglierino e persino vari oggetti di argenteria, che potrebbero essere il frutto di qualche furto. Sugli oggetti preziosi sono in corso accertamenti. Durante la perquisizione domiciliare, i carabinieri hanno trovato un secondo passamontagna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inevitabile l’arresto per Capone che, con ogni probabilità, si è prestato come “corriere” per conto di qualcuno più in alto nella catena. E forse era quasi arrivato a destinazione, quando il fato ha voluto che s’incrociasse con i carabinieri. Ora si trova in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio nella casa di riposo e il dato dei contagi in Puglia s'impenna

  • Puglia, positivo il 13 per cento dei tamponi. Un cluster a Castrignano de' Greci

  • Duplice delitto, l’istinto omicida anche in ospedale e la nuova perizia sui bigliettini dell’orrore

  • Covid-19, balzo al 6,5 per cento dei nuovi infetti: sono 350 in Puglia

  • Il lusso targato Renè de Picciotto: dal lido di Savelletri alla terrazza pensile di Lecce

  • Notte di terrore: entrano in casa in quattro, uomo bloccato e rapinato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento