menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Stupefacente" ritrovamento: 127 panetti di hashish e quasi 700 grammi di eroina

Nel centro storico di Lecce arrestato un 35enne: oltre 13 i chili di droga sequestrati. Fermato in auto, aveva 930 euro in contanti. Poi, la perquisizione approfondita in casa

LECCE – Insospettabile totale, nonostante un certo curriculum professionale, Antonio De Filippis non potrebbe magari dirsi. Trentacinque anni, originario di San Giovanni Rotondo, nel tempo ha già accumulato diverse indagini su di sé. Mai, però, per stupefacenti. Eppure, in casa, di droga, i carabinieri della Sezione radiomobile di Lecce ne hanno trovata un bel po’. Vistosi, soprattutto, sono apparsi quei 127 panetti di hashish, per quasi 13 chilogrammi.

Non meno rilevante, però, visto soprattutto il tipo di droga, anche il ritrovamento di circa 700 grammi di eroina. Insomma, assortimento e quantitativi che fanno pensare a un lavoro alternativo, quello di corriere della droga e, quindi, immaginare una catena più lunga di personaggi che restano, per ora, punti interrogativi. Molto, forse, potranno allora dire i telefoni cellulari sequestrati. Ne aveva ben cinque, con sé, De Filippis. Saranno scandagliati a fondo, come sempre, per verificare i contatti.

DROGA 2-2-8Abitante a Lecce già da diverso tempo, di recente De Filippis aveva trovato domicilio nel cuore del borgo antico, in una stradina che si ricollega a piazzetta Giuseppe Pellegrino, quindi a poche decine di metri dallo storico Teatro Romano. Uno dei punti più suggestivi di Lecce, con il suo affaccio da cui si scorge la meraviglia della chiesa di San Matteo. E l’uomo è stato fermato non lontano dal domicilio, in auto, nel corso di un controllo dei militari. Come spesso accade, tradendo un nervosismo eccessivo, non ha fatto altro che insospettire i carabinieri, i quali, oltre a chiedere i documenti, hanno pensato bene di effettuare una prima perquisizione. E già il fatto che girasse con 930 in contanti, tutti in banconote di vario taglio, è parso strano.

A quel punto, si è deciso di svolgere un sopralluogo a casa. E le sorprese sono arrivate praticamente subito. Dentro un mobile dello spazio dedicato alla lavanderia, invece di detersivi, ecco un borsone carico di panetti di hashish, per ben 12,8 chilogrammi. Una modica quantità di marijuana, per appena 2,5 grammi, che a questo punto si potrebbe ipotizzare per uso personale, era invece in un cassetto del comodino accanto al letto.

Un ritrovamento ben più interessante, invece, è avvenuto nella cucina, sotto un mobile. Qui c’era una busta contenente eroina, sia in polvere, sia in pezzi solidi, per 692 grammi. Tutto sequestrato, insieme con un bilancino di precisione. Avvisato del fermo il magistrato di turno, Roberta Licci, anche in considerazione del quantitativo di stupefacente rinvenuto, De Filippis è stato destinato al carcere di Borgo San Nicola. L’uomo è difeso dall’avvocato Antonio Savoia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento