Cronaca Centro / Via Benedetto Cairoli

La volante passa proprio mentre tenta il furto di scooter

Non gli è andata per niente bene. Un 44enne di Squinzano fermato dalla polizia a Lecce nei pressi di un bar. Ha lasciato cadere un coltello da cucina con cui stava armeggiando

LECCE – Non gli è andata per niente bene. Gianfranco Grasso, 44enne di Squinzano, noto alle forze dell’ordine, sembra che stesse cercando di sottrarre uno scooter Piaggio, quando è passata una volante di polizia. Era in trasferta a Lecce. Ed è stato colto con le mani nel sacco. Anzi, sul manubrio.

E’ successo nella tarda serata di sabato. Gli agenti di una volante, durante un normale controllo, lasciandosi alle spalle via Cairoli e uscendo dal centro storico, in piazzetta Caduti sul Lavoro (nei pressi del bar Euclide), quindi proprio all’incrocio con viale Gallipoli e via Oronzo Quarta (in direzione della stazione ferroviaria), hanno notato un soggetto che stava armeggiando sul blocco d’accensione del ciclomotore, regolarmente parcheggiato dal proprietario.

Colto di sorpresa dai poliziotti, l’uomo avrebbe lasciato cadere per terra un coltello da cucina. Il movimento non è sfuggito agli agenti, che si sono avvicinati per vederci più chiaro. A quel punto, il 44enne ha provato quello che deve essere apparso un maldestro diversivo. Ha iniziato a chiamare qualcuno in lontananza, ad alta voce. Ma in zona non c’era nessuno. Insomma, una messinscena improvvisata che non ha ingannato nessuno.

Piuttosto, i poliziotti si sono accorti subito che quel coltello era servito per ritagliare la carena di plastica dello scooter all’altezza del blocchetto di accensione. Il bloccasterzo e il nottolino d’accensione sono risultati forzati. Sentito il magistrato di turno, Emilio Arnesano, lo squinzanese è stato arrestato per tentato furto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La volante passa proprio mentre tenta il furto di scooter

LeccePrima è in caricamento