Cronaca

In casa per un controllo al padre, ma in arresto per resistenza finisce il figlio

Un 25enne leccese ai domiciliari. I poliziotti delle volanti l'hanno denunciato anche per stupefacenti. Un agente è rimasto contuso durante la perquisizione

LECCE – Il controllo originario doveva riguardare il padre, ma, alla fine, i guai veri sono arrivati per il figlio, finito in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e ulteriormente indagato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Si tratta di Sasha Vincenzo De Riccardis, 25enne leccese, già noto alle forze dell’ordine.

Tutto ha avuto inizio la mattina di giovedì scorso, durante un servizio di controllo alle persone sottoposte agli arresti domiciliari. Fra questi, il padre di De Riccardis. Una volta entrati in casa, gli agenti della Sezione volanti hanno scoperto che nella stanza da letto del figlio era presente un soggetto estraneo al nucleo familiare. N'è nata una verifica, durante la quale è stato trovato un involucro contenente 40 grammi di marijuana.

Il 25enne stesso è stato perquisito, tanto più che agli agenti non è sfuggita una mossa fulmina, il nascondimento di un altro, piccolo, pacchetto, fra le parti intime. Nel tentativo di non farsi scoprire, il 25enne si è sottratto ai poliziotti, divincolandosi con forza, cercando di lanciare il pacchettino dalla finestra. Una situazione convulsa, durante la quale, a causa della reazione del giovane, uno degli agenti ha riportato lesioni guaribili in quattro giorni.

Recuperato l’involucro, si è scoperto che dentro c’erano 3 grammi di cocaina. Arrestato in flagranza e sottoposto ai domiciliari, come disposto dal pubblico ministero di turno, ieri mattina vi è stato il  giudizio direttissimo, dopo il quale Sasha Vincenzo De Riccardis è stato ricondotto, sempre dai poliziotti delle volanti, nella propria abitazione, in regime di arresti domiciliari. Per quanto riguarda il padre Franco, 72enne, invece, scatterà la denuncia per la violazione delle prescrizioni relative alla detenzione domiciliare, ovvero il summenzionato fatto che in casa vi fosse un estraneo alle persone autorizzate a frequentarla.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In casa per un controllo al padre, ma in arresto per resistenza finisce il figlio

LeccePrima è in caricamento