Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Bambine molestate in ascensore, indagato il vicino di casa

Fissato per il 30 settembre l’incidente probatorio di due inquiline di sei e nove anni che sarebbero state oggetto di abusi da parte di un 83enne leccese

LECCE - Avrebbe premuto i pulsanti dei diversi piani per restare più tempo con loro in ascensore e dare sfogo ai suoi istinti sessuali. Vittime di questo viaggio infernale, senza possibilità di fuga e di difesa, sarebbero state due bambine, che all’epoca dei fatti, nel settembre di un anno fa, avevano sei e nove anni.

Entrambe sarebbero state molestate dal vicino di casa, un 83enne leccese, in una stessa circostanza, ma la più piccola avrebbe avuto la sfortuna di incrociare l’anziano in almeno altre due occasioni, durante le quali l’uomo non avrebbe esitato ad allungare le mani sulle sue zone intime.

Sono questi gli episodi finiti nell’inchiesta aperta (per violenza sessuale aggravata) dal pubblico ministero Luigi Mastroniani, in seguito alla denuncia sporta dai rispettivi genitori delle malcapitate.  

Il magistrato ha chiesto e ottenuto dal gip Sergio Tosi l’incidente probatorio, fissato per il 30 settembre nel Tribunale per i minorenni. E’ qui che le bambine saranno ascoltate in modalità protetta e il loro racconto sarà “cristallizzato” e usato come prova in un eventuale processo. Ma prima d’allora, si effettuerà (come richiesto dal pm) una perizia psicodiagnostica, finalizzata a verificare la capacità di testimoniare delle piccole. Gli accertamenti ritenuti dal giudice necessari vista la complessità della vicenda, saranno svolti dalla psicologa Silvia Olive e dallo psichiatra Elio Serra.

L'indagato è difeso dall'avvocato Alessandra Liliana Tomasi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambine molestate in ascensore, indagato il vicino di casa

LeccePrima è in caricamento