Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca Stadio / Via Bari

Bimbo resta chiuso nell'auto: i poliziotti lo salvano spaccando il deflettore

La mamma non è riuscita a riaprire per un guasto. Vani anche i tentativi di un carrozziere. Gli agenti hanno dovuto agire in fretta: era già trascorsa mezzora

LECCE – La chiusa centralizzata che si inserisce da sola, l’auto che non vuole più saperne di aprirsi e, assicurato con le cinture al suo seggiolino, un bimbo di un anno e mezzo. Tutto questo nei giorni più caldi dell’anno, con temperature fino alla soglia dei 40 gradi. L’unica fortuna, il fatto che l’episodio si sia registrato di sera, attorno alle 20, quando il clima si era di certo mitigato, pur restando comunque caldo afoso.  

È stato un incubo, quello vissuto da una madre leccese lunedì sera, in via Bari, nel rione San Sabino di Lecce. Aveva parcheggiato la sua Renault Mégane proprio di fronte alla pasticceria “Capilungo” e stava per rientrare a casa. Aperto lo sportello posteriore e riposto il bimbo nel seggiolino, ha chiuso e provato ad aprire l’altro sportello, quello del lato di guida, ma accorgendosi dell’anomalia elettronica. Insomma, non è stato più possibile aprire l'auto e così sono intervenuti per primi alcuni cittadini di passaggio cercando di darle una mano.

Nulla da fare, nemmeno un carrozziere è riuscito a forzare gli sportelli usando alcuni arnesi. E, intanto, il tempo scorreva - tutto è durato circa mezzora -, la donna, giustamente, si agitava e il bambino era sempre più sofferente e sudaticcio, nell’abitacolo, con tutti i finestrini ben chiusi. Chiamato il 113, sul posto è arrivata poco dopo una volante di polizia.

Gli agenti si sono fatti raccontare in breve dalla donna, 45enne, cosa fosse accaduto, poi hanno valutato che non ci fosse ancora un istante da attendere. E hanno agito direttamente sul deflettore dello sportello posteriore di sinistra (una delle tecniche meno raffinate dei ladri d’auto, si può dire), piegandolo fino a romperlo e riuscire così a ricavare uno spazio per soccorrere il bimbo. Per fortuna, a parte il caldo patito, il piccolino, che si sarà incuriosito di tutto quel trambusto attorno a lui, era in buona salute. E non c’è stata necessità di chiamare il 118.

Di recente, ai primi di maggio, un fatto molto simile si era verificato nelle vicinanze, in viale della Libertà, con una bimba di 8 mesi chiusa nell’abitacolo. In quel caso, erano intervenuti prima i carabinieri, poi i vigili del fuoco, usando lo stesso stratagemma per mettere in salvo la piccola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo resta chiuso nell'auto: i poliziotti lo salvano spaccando il deflettore

LeccePrima è in caricamento