Droga ed estorsioni, maxi operazione della polizia: 72 ordinanze

Alba movimentata davanti alla questura. Il blitz della squadra mobile e del servizio centrale operativo in città e in provincia sui gruppi emergenti. Contestata l'associazione mafiosa

La questura questa mattina all'alba, andirivieni di auto della polizia con gli arrestati a bordo..

LECCE – Il primo campanello, una parte della città, l’ha avvertito ridestandosi sotto il rumore delle eliche dell’elicottero della polizia di stato che ha iniziato a sorvolare con insistenza il capoluogo fin dalle 4 del mattino circa. Nel giro di pochi minuti, provenienti da più punti del capoluogo e della provincia, davanti alla questura, in viale Otranto, sono poi confluite decine di vetture della polizia. La maxi operazione, ribattezzata "Final Blow", è stata eseguita nel corso della nottata ed è fra le più vaste degli ultimi periodi, assestando un colpo ai gruppi emergenti locali. Epicentro dell'inchiesta è Lecce, ma compaiono diversi soggetti anche in provincia, specie nella zona di Galatone.  

WhatsApp Image 2020-02-26 at 08.40.10-2

A coordinare le operazioni, la squadra mobile di Lecce, che ha svolto le indagini, e il servizio centrale operativo. L'ordinanza di custodia cautelare, firmata dal gip del tribunale di lecce su richiesta procura, riguarda settantadue persone, indagate, a vario titolo per i reati di associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsione, violazione della legge sullle armi, associazione finalizzata al traffico di droga (quest'ultimo, il reato prevalentemente contestato) ed esercizio aggravato e partecipazione al gioco d'azzardo. Sono 110 in tutto gli indagati, comprendendo quindi anche quelli a piede libero.  

Gli arrestati

In carcere sono finiti: Angelo Brai, 47enne di Lecce; Pasquale Briganti, detto “Maurizio”, 59enne di Lecce (già detenuto); Salvatore Bruno, detto “Bambinone” o “Bambi”, residente a San Foca di Melendugno; Debora Buscicchio, 30enne di Lecce; Luigi Buscicchio, detto “Zio Gino”, 63enne di Lecce; Andrea Cafiero, detto “Titina”, di Lecce; Dario Calogiuri, detto “Dario mezzo milione”, 40enne di Melendugno; Cristian Calosso, detto “Gufo”, 34enne di Lecce; Stefano Castrignanò, 33enne di Lecce; Riccardo Cozzella, 33enne di Trepuzzi; Nicolas De Dominicis, detto “Nico”, 23enne di Vernole; Santo Gagliardi, detto “Santino”, 55enne di Lecce; Stefano Garrisi, detto “Pasulo”, 32enne di Caprarica di Lecce; Manuel Gigante, 39enne di Lecce; Leandro Greco, 41enne di Lecce; Maurizio Greco, detto “Belva”, 54enne di Lecce; Paolo Guadadiello, 33enne di Torchiarolo (già detenuto); Stefano Guadadiello, 36enne di Squinzano; Fabio Lanzillotto, 36enne di Galatone; Luigi Lazzari, detto “Gino”, 44enne di Cavallino; Francesco Leo, detto “Checco”, 35enne di Caprarica di Lecce; Antonio Leto, 30enne di Caprarica di Lecce (ma domiciliato a San Foca di Melendugno); Raffaela Lo Deserto, 54enne di Leverano; Vito Manzari, detto “barese”, 61enne residente a Lecce (ma, appunto, originario di Bari); Giuseppe Marzano, detto “Palestrato”, 54enne di Galatone; Graziano Mazzarelli, 29enne di Lecce; Luciano Mazzei, 38enne di Calimera.

Ancora: Astrit Mehmeti, detto “Zio”, 56enne albanese, residente a Lizzanello; Mario Miccoli, 50enne di Lecce; Stefano Monaco, detto “Doremon”, 30enne di Lecce; Sebastiano Montefusco, detto “Scursone”, 47enne di Galatone; Gianluca Negro, detto “Puntina”, 35enne di Surbo; Giovanbattista Nobile, detto “Gianni”, 35enne di Lecce; Gianluca Palazzo, detto “Furcina”, 44enne di Lecce; Valentino Nobile, detto “Balengu”, 30enne di Surbo; Francesco Panese, detto “Pane”, 25enne di Calimera; Antonio Marco Penza, detto “Palestrato”, 37enne di Lecce; Vito Penza, 34enne di Lecce; Andrea Pepe, 64enne di Lecce; Antonio Pepe, detto “Totti” o “Zio” o “Mesciu Pietro”, 59enne di Lecce; Cristian Pepe, 46enne di Lecce (già detenuto);  Fabio Pepe, 47enne di Lecce; Ruggero Perrotta, detto “Avvocato”, 44enne di Melendugno; Giovanni Persano, detto “Gianni”, 39enne di Lecce; Paolo Pici, 51enne di Lecce; Shkelzen Pronjaj, detto “Genny”, 35enne albanese, residente a Merine di Lizzanello; Gabriele Russo, 28enne di Galatone; Guerino Russo, 49enne di Galatone; Cristian Salierno, 37enne di Lecce; Giuseppe Sammito, 41enne di Otranto; Andrea Saponaro, 29enne di Lecce; Vincenzo Stippelli, detto “Stoppani”, 41enne di Squinzano; Luigi Vergine, 45enne di Campi Salentina (già detenuto).

Gli arresti domiciliari sono stati disposti per:  Alvaro Basi, 28enne albanese, residente a Lecce; Riccardo Buscicchio, 49enne di Lecce; Cengs De Paola, detto “Gengi”, 44enne di Acquarica del Capo; Rita Greco, 78enne di Lecce; Gennaro Hajdari, detto  “Toni”, 37enne residente presso il campo sosta “Panareo” di Lecce; Vincenzo Luigi Lanzillotto, 40enne di Galatone; Antonio Leo, 33enne di Caprarica di Lecce; Anna Lo Deserto, 57enne di Lecce; Michele Lo Deserto, 51enne di Lecce; Mattia Marzano, 29enne di Galatone; Vincenzo Modesto, 30enne di Squinzano; Daniele Monaco, 34enne di Lecce; Roberto Patera, 42enne di Nardò; Samuele Prete, 25enne di Galatone; Salvatore Stefanizzi, 31enne di Squinzano; Luca Vantaggiato, 35enne di Lizzanello;  Susanna Vonghia, 54enne di Galatone. Infine,   due obblighi di dimora per: Marco Balloi, 40enne di Surbo; Francesco Portulano, 61enne di Lecce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fra gli indagati a piede libero, spicca su tutti il nome di Saulle Politi, il 48enne di Monteroni di Lecce già finito in numerose altre inchieste e ritenuto dagli inquirenti continuatore delle attività dello storico clan Tornese della Scu dominante in quell'area.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, aumentano i tamponi. Sono 611 i nuovi positivi e quindici i contagi nel Leccese

  • Dpcm, la protesta nasce pacifica in centro. Ma poi partono gli scontri

  • Virus, stabile l’andamento del contagio. Picco di 43 casi nel Salento

  • Il tir si ribalta col carico di frutta: ferito conducente, positivo all’alcol test

  • Muro abbattuto da braccio della betoniera, investiti studenti: muore in ospedale 22enne

  • Il virus avanza in Puglia, Lopalco: “Si delinea uno scenario preoccupante”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento