Cadono calcinacci dalla caserma "Tenente Pico", marciapiede transennato

L'intervento questa mattina in via Costadura. Alcune pietre sono precipitate al suolo dalla sommità, in corrispondenza del portone. Traffico deviato fino alle 11, poi strada riaperta

LECCE – Calcinacci in caduta libera dalla caserma “Tenente Raffaele Pico” di via Colonnello Archimede Costadura, a Lecce, a pochi metri dal tribunale. Dalla sommità dello storico edificio che ospita il Reparto affari territoriali dell’Esercito, proprio al di sopra delle bandiere italiana ed europea, quindi in corrispondenza dell’ingresso, si sono staccati alcuni pezzi di cornicione, piombando sul marciapiede. Per fortuna nessun passante è rimasto ferito.

Non è chiaro quando realmente sia avvenuto l’incidente, forse già ieri sono precipitate le prime pietre, ma solo questa mattina qualche passante si è accorto del problema e ha avvisato le autorità. Così, attorno alle 9,30 la polizia locale ha chiuso l’accesso di via Costadura all’altezza di via IV Novembre, per consentire ai vigili del fuoco, arrivati con una squadra e un’autoscala, di puntellare il punto cedevole.

Terminate le operazioni attorno alle 11, gli operai della Lupiae, su indicazione del geometra comunale che è giunto per un sopralluogo, hanno transennato una porzione piuttosto consistente di marciapiede, a partire dall’angolo dove si trova l’accesso alla caserma dei carabinieri della stazione di Santa Rosa, qui insediata dall’estate scorsa.

Un po’ la vetustà dell’edificio, un po’ le intemperie degli ultimi giorni, con raffiche di vento e piogge, sono stati tra i possibili artefici del cedimento. Un po’ come successo nella tarda serata di ieri nella marina di San Cataldo, in via Procida, dove i vigili del fuoco hanno dovuto mettere in sicurezza un grosso albero che si era pericolosamente inclinato. Anche in quel caso, la polizia locale ha dovuto chiudere la via al transito per mezzora a partire dalle 22,15 circa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Freddato a 22 anni con un colpo di pistola alla testa, inflitti due ergastoli

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

  • Da Martano originale campagna per uso della mascherina. Il sindaco: “Monito ai negazionisti”

Torna su
LeccePrima è in caricamento