rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

L'Osapp denuncia: "Agenti aggrediti da un detenuto con problemi psichiatrici"

Il segretario regionale del sindacato di penitenziaria dà notizia di un episodio avvenuto nel carcere di Lecce. Due poliziotti al pronto soccorso

LECCE – Due agenti di polizia penitenziaria usciti malconci, dopo essere stati aggrediti da un detenuto. La vicenda è stata denunciata da Ruggiero Damato, segretario regionale del sindacato Osapp di Puglia e ha come teatro dell’accaduto il penitenziario leccese di Borgo San Nicola.

Ad aggredire gli agenti – solo le ultimi due vittime, in ordine di tempo, di violenza nelle carceri -, stando a quanto riporta Damato, sarebbe stato un detenuto di origine barese, affetto da problemi psichiatrici. L’episodio si sarebbe consumato intorno alle 10,45 di questa mattina presso il primo piano della struttura, dover sorge l’infermeria. Il detenuto si sarebbe scagliato contro due agenti di polizia penitenziaria, mentre si stava recando a effettuare una telefonata. I due poliziotti sono così finiti al pronto soccorso e refertati. Hanno riportato diverse ecchimosi.

Ma il male, rimarca Damato, è soprattutto psicologico: “Non si accetta di tornare a casa e dare spiegazioni di quelle ecchimosi solo per il fatto di recarsi in servizio”. La richiesta, forte, al ministero da parte del sindacalista è allora, di spiegare il motivo per cui alcuni detenuti si trovano in carcere, contrariamente a quanto previsto dalle norme vigenti. “Recano destabilizzazione, oltre al danno erariale per le lesioni provocate, con giorni di assenza per aggressione di poliziotti e poliziotti. Ci dica chi sono i responsabili di tutto questo, chiediamo che li sanzioni disciplinarmente e giuridicamente. Non si possono più accettare tali situazioni”, conclude, esprimendo “vicinanza e solidarietà ai colleghi coinvolti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Osapp denuncia: "Agenti aggrediti da un detenuto con problemi psichiatrici"

LeccePrima è in caricamento