menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio.

Foto di repertorio.

Trenta carabinieri cinturano un casolare, preso ricercato di "Labirinto"

Michele Sterlicchio, 53enne di Lecce, è stato rintracciato nelle campagne intorno a Melendugno. Ha abbozzato un tentativo di fuga. Si è poi costituito Gabriele Tarantino, ritenuto il luogotenente di Saulle Politi

MELENDUGNO – E fanno tre. Dopo Antonio De Carlo, 43enne di Lequile, e Daniele Coluccia, 23enne di Bagnolo del Salento, entrambi irreperibili al momento del blitz (il primo destinato al carcere, sul secondo pendente un obbligo di dimora) anche Michele Sterlicchio, 53enne di Lecce, è stato rintracciato.

Sterlicchio è uno dei soggetti sfuggiti la notte fra il 1° e il 2 luglio alle catture degli indagati nell’operazione dei carabinieri ribattezzata “Labirinto”, che ha stroncato i nuovi traffici dello storico clan Tornese della Scu, di cui oggi si ritiene che reggenti siano Saulle Politi, 46enne di Monteroni di Lecce, e Vincenzo Rizzo, 54enne di San Cesario di Lecce.

L'uomo non era lontano. Si era nascosto in un casolare nelle campagne intorno a Melendugno. Ma l’attività info-investigativa dei militari, che stanno battendo in questi giorni anche masserie e ruderi, qualsiasi luogo possa rappresentare un nascondiglio, è stata efficace e nella notte, avuta certezza del luogo in cui si trovava, è scattata l’operazione. Hanno lavorato fianco a fianco, Ros, Nucleo investigativo e Compagnia di Lecce con la stazione di Melendugno, mettendo insieme una trentina di uomini e cinturando il casolare. Ogni possibile via per scappare è stata chiusa. E a quel punto è scattata l’irruzione.

STERLICCHIO Michele-2Sterlicchio ha anche accennato un tentativo di fuga, ma in pochi istanti ha capito che non c’era possibilità di aggirare il robusto dispositivo messo in campo. I carabinieri l’hanno così catturato e trascinato prima in caserma e poi carcere. Sono poi iniziati gli altri accertamenti. Il covo, dopo perquisizione, è risultato ben realizzato e confortevole con una cucina, una camera da letto con cabina armadio e bagno.

Il casolare risulta di proprietà di una persona di Lecce, ma da molto tempo in disuso. I carabinieri devono verirficare se fosse al corrente o meno della presenza di Sterlicchio. La consapevolezza potrebbe far scattare l’imputazione di favoreggiamento.

Nelle ore successive si è poi costituiitoil 38enne di Monteroni di Lecce Gabriele Tarantino. Ex militare della guardia di finanza, per gli inquirenti è un tassello fondamentale nell’inchiesta: sarebbe lui, infatti, il luogotenente di Politi.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento