Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca Stadio

“Chiuso per disinfestazione”. Le pulci "ospiti" del centro per l’impiego

Gli uffici interdetti per il terzo giorno a causa del rischio di contagio dei parassiti. La ditta di disinfestazione è tornata, per la seconda volta, nei locali del Centrum. Il dirigente: "La situazione è sotto controllo"

 

LECCE - “Chiuso per disinfestazione”: l’ingresso del Centro per l’impiego di Lecce si presenta al pubblico così. Ed è già il terzo giorno che ospiti indesiderati – inconfondibili pulci - hanno preso dimora negli uffici collocati al secondo piano del complesso “Centrum”, facendo scappare a gambe levate i dipendenti allarmati dal possibile contagio. Il responsabile del centro, Mauro Panzera, assicura che la situazione è sotto controllo: la ditta chiamata dalla Provincia per ripulire gli uffici è all’opera. Peccato però, sottolineano i dipendenti, che sia dovuta ritornare a stanare i parassiti per la seconda volta. Il primo allarme era scattato, infatti, martedì mattina quando un malcapitato usciere è stato inviato nell’archivio seminterrato per recuperare alcuni documenti cartacei.
 
Al suo ritorno i colleghi hanno notato qualcosa di molto strano. Prima macchie scure sui vestiti, poi segni rossi di puntura d’insetto su tutto il corpo. “Era pieno di pulci”, precisa una dipendente che ha aiutato il collega a svestirsi fino all’arrivo dei sanitari del 118, intervenuti per accompagnare il ragazzo al pronto soccorso. Poco male: il dipendente se l’è cavata con pochi giorni di prognosi e le obbligatorie cure mediche. Nel frattempo il dirigente Panzera ha allertato la Asl di Lecce e gli uffici sono stati interdetti al personale ed al pubblico, per compiere le necessarie operazioni di disinfestazione.2-242-18
 
Ma il ritorno dei dipendenti al lavoro, questa mattina, non è stato privo di brutte sorprese. Le pulci erano ancora lì, segno che “la disinfestazione non era stata effettuata nel modo corretto”, denuncia Giovanni Manzo, un delegato Rsu dei lavoratori della Provincia di Lecce. “Le abbiamo proprio viste saltare, sulla camicia bianca di una collega, sui piedi di un’altra signora che indossava delle scarpe aperte”, prosegue la dipendente. Alle 10 avevano tutti avevano già abbandonato le proprie scrivanie, svuotando i locali. Ma prima non sarebbero mancati gli imprevisti agli sportelli del centro dell’impiego, al punto che i dipendenti hanno richiesto l’intervento del 113 per sedare gli animi di quanti pretendevano di entrare per ottenere certificati urgenti.
 
Giovanni Manzo trattiene a stento l’ironia: “L’amministrazione provinciale prima ha fatto le pulci agli stipendi dei dipendenti, ora ha voluto esagerare”. Uno scherzo bonario che si conclude con l’auspicio che il problema possa essere definitivamente risolto, e l’increscioso episodio “archiviato”. Magari non nel seminterrato del centro per l’impiego perché, stando a quanto riferisce una dipendente, potrebbe essere proprio quello il focolaio dell’infestazione da debellare: “E’ in condizioni pietose, da troppo tempo”. 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Chiuso per disinfestazione”. Le pulci "ospiti" del centro per l’impiego

LeccePrima è in caricamento